Hans Memling, Reliquiario di Sant'Orsola

Hans Memling, Reliquiario di Sant’Orsola, 1489, Cassa in legno intagliato e dorato con inserti pittorici a olio su tavola, 91 x 33 x 87 cm, Bruges, Hans Memling Museum

 

INDIRIZZO: Bruges, Ospedale di San Giovanni, Mariastraat 38

DESCRIZIONE: Una cassa in legno intagliato e dorato con inserti pittorici a olio su tavola brilla all’interno dell'Hans Memlingmuseum di Bruges. È il Reliquiario di Sant’Orsola realizzato da Hans Memling nel 1489 su commissione dell'Ospedale di San Giovanni, e considerata una delle sette meraviglie del Belgio.

La cassa, in legno di quercia intagliato e dorato - le cui forme ricordano quelle di una piccola cappella gotica - non datata, né firmata, a differenza degli altri lavori del maestro, era destinata ad accogliere le reliquie della santa. Il coperchio - che ricorda una capanna dalle falde molto inclinate - reca tre medaglioni per lato, con rappresentati personaggi legati alla leggenda della santa e alla sua storia nelle sue varie peregrinazioni in Europa.

Della città di Colonia l’artista offre una rappresentazione molto viva e veritiera. Le due "facciate", di forma cuspidata, ospitano le rappresentazioni della Vergine col Bambino tra due monache inginocchiate. Si tratta delle committenti del capolavoro, tra le quali spiccano la badessa e sant'Orsola che protegge le sante vergini. Ai lati, sotto tre arcatelle, si possono distinguere sei scene della vita e del martirio della santa.

Le scene, allestite in un continuum pittorico ambientato nelle città anseatiche, riflettono la quotidianità con una grande precisione dei dettagli. Pinnacoli, fregi traforati lungo i bordi suepriori e, sui pilastrini agli angoli, quattro statuette che rappresentano i santi Jacopo, Giovanni evangelista, Agnese ed Elisabetta d'Ungheria, completano la decorazione gli intagli lignei in stile gotico fiammeggiante.

Nelle scene prevale una grande vivacità e violenza delle azioni descritte: succede di tutto nella rappresentazione della vita di Sant’Orsola. Eppure non trapela alcuna emozione dalle persone ritratte e la composizione emana un forte senso di tranquillità e di pace.


LEGENDA:

opera
museo
monumento
parco
chiesa
negozio