Gianni Dessì. In opera

© Galleria dello Scudo, Verona / Ph. Claudio Abate | Gianni Dessì, In opera, 2009

 

Dal 21 Luglio 2017 al 26 Agosto 2017

Padova

Luogo: Centro culturale Altinate San Gaetano

Enti promotori:

  • Assessorato alla Cultura del Comune di Padova

Costo del biglietto: ingresso gratuito

Telefono per informazioni: +39 049 8204547

E-Mail info: calores@comune.padova.it

Sito ufficiale: http://padovacultura.padovanet.it


Comunicato Stampa:
Realizzata dall’ Assessorato alla Cultura del Comune di Padova, la personale dell’artista Gianni Dessì dal titolo Gianni Dessì. In opera, presenta circa 40 opere tra dipinti, sculture e disegni e si articola come un ideale viaggio nello studio dell’artista, inteso quale dimensione simbolica e narrativa; un luogo, per usare le parole dello stesso Dessì «dove azioni, incontri, esperienze, accadimenti si sedimentano misteriosamente in immagini e forme».

Saranno proprio alcune vedute pittoriche dello studio a rappresentare i confini entro cui si svilupperà il ‘racconto’ dell’esposizione, destinato a dare risalto alle ricorrenze stilistiche, ai luoghi tematici, alle varie fasi espressive che hanno segnato sino ad oggi la vicenda artistica di Dessì. A scandire il percorso della mostra sarà l’immagine dell’artista stesso, presente in forma trasfigurata in diversi autoritratti scultorei e pittorici: collocati uno in ogni stanza, essi appariranno come i silenziosi osservatori di opere ora storiche, ora recentissime, alcune delle quali realizzate appositamente per l’esposizione.

A partire dalla fine degli anni Settanta, Dessì ha intrapreso un’indagine tesa ad esplorare l’identità della pittura, le sue corrispondenze con la complessità del mondo, la sua ricchezza espressiva e semantica. Nei lavori dell’artista romano il linguaggio dell’astrazione e quello figurativo sembrano contendersi il territorio dell’immagine, sfumando sovente l’uno nell’altro; oltre a contemplare alcuni riferimenti alle forme della realtà visibile, l’opera di Dessì richiama anche quelle della sua ricomposizione immaginativa. Complementare a questa ricerca è l’approfondimento sulle risonanze emotive e i valori spaziali del colore, che ha condotto in più occasioni la sua pittura a sconfinare rispetto ai limiti della tela, sino ad assumere dimensioni ambientali.

La mostra padovana dell’artista, curata da Nicola Galvan e organizzata con il supporto di Maco Arte di Padova e Galleria dello Scudo di Verona, è accompagnata da un catalogo che verrà reso disponibile nella sede espositiva.

Inaugurazione 21 luglio 2017 ore 18.30

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF
COMMENTI
 
LA MAPPA
  MOSTRE
Indicazioni stradali da: