Antonio Ligabue. Tormenti e incanti

Antonio Ligabue, Autoritratto con berretto da motociclista, s.d. (1954-1955), P. III, olio su tavola di faesite, 80 x 70 cm. Collezione privata

 

Dal 19 Marzo 2016 al 31 Agosto 2016

Palermo

Luogo: Palazzo Reale

Enti promotori:

  • Fondazione Federico II Palermo
  • ARS
  • Comune di Gualtieri
  • Fondazione Museo Antonio Ligabue

Costo del biglietto: Mostra: intero € 6, ridotto € 3. Cappella Palatina, Appartamenti Reali e mostra Ligabue: € 12 / € 10. Cappella Palatina e mostra Ligabue: € 10, € 8

Sito ufficiale: http://www.ligabueapalermo.it/


Comunicato Stampa:
All’inaugurazione della mostra, a Palermo, nelle Sale Duca di Montalto di Palazzo Reale, Antonio Ligabue “Tormenti e incanti”, promossa dalla Fondazione Federico II e dalla Fondazione Museo Antonio Ligabue, mancano poco meno di dieci giorni. Un evento, unico, per la città e per la Sicilia; per ricordare un assaggio dei lavori del più importante pittore naif italiano bisogna tornare indietro di oltre vent’anni (Villa Palagonia – Bagheria – 1984 mostra antologica).
Ieri, martedì 8 marzo, a Gualtieri, universalmente riconosciuta come il paese di Antonio Ligabue, si sono incontrati presso la Fondazione Museo Antonio Ligabue, la presidente Livia Bianchi, il sindaco di Gualtieri, Renzo Bergamini, il curatore Sandro Parmiggiani, il direttore generale della Fondazione Federico II, Francesco Forgione e l’altro curatore della mostra, Sergio Negri.
A testimoniare l’incontro un’istantanea con i protagonisti che mostrano una delle opere più conosciute di Toni “el matt”, Antonio “il folle”, l’Autoritratto con berretto da motociclista, di proprietà, tra l’altro dello stesso curatore Sergio Negri.
L’opera che aprirà il percorso di visita della mostra “Tormenti e incanti”, il prossimo venerdì 18 marzo nelle Sale Duca di Montalto del Palazzo Reale di Palermo.
“L’intera vicenda umana di Ligabue – spiega il direttore della Fondazione Federico II, Francesco Forgione – ruota attorno alla sua diversità non accettata dagli altri, scontata e pagata con una solitudine popolata da incubi, ma anche riscattata con il genio della sua pittura. Questa mostra rappresenterà per la Fondazione Federico II, per la città e per la 
 
Sicilia un momento di grande respiro culturale ed umano. E siamo certi che la partecipazione sarà altissima perché un artista come Ligabue riesce ad attirare su di sé, in modo trasversale, visitatori di ogni genere ed età”.
 
Orario
Lunedì/Sabato dalle ore 8.15 alle ore 17.40 (ultimo biglietto ore 17.00)
Domenica e festivi dalle ore 8.15 alle ore 13.00 (ultimo biglietto ore 12.15)
Sabato, domenica e festivi la mostra Ligabue resterà aperta fino alle ore 21.00 (ultimo biglietto ore 20.00)

In occasione della Festa della Repubblica del 2 giugno e di domenica 5 la Cappella Palatina resterà aperta fino alle 21. Sarà, quindi, possibile visitare la mostra e la Cappella Palatina al prezzo intero di 10 euro e ridotto di 8.



SCARICA IL COMUNICATO IN PDF
COMMENTI
 
LA MAPPA
  MOSTRE
Indicazioni stradali da: