Pavimento mosaicato

Campanile

 
DESCRIZIONE:
Nel 1962, lo scavo effettuato all'interno del campanile portò alla luce un interessante sequenza stratigrafica di epoca medievale e moderna, relativa alla fase di vita della torre. Fu messa in luce, inoltre, un'ulteriore porzione del pavimento musivo che decorava l'aula nord del complesso di culto teodoriano (313-320 d.C.).
Sprofondato di oltre un metro rispetto alla restante superficie pavimentale a causa del cedimento del campanile, il lacerto musivo si caratterizza per le raffigurazioni di animali (il capro, la lepre) o di cespi vegetali con coppie di volatili, all'interno di spazi contornati da cerchi e fusi alternati.
Il recente restauro e la ricollocazione, avvenuta nel marzo 2012, hanno restituito al mosaico l'antico splendore, ravvivato gli splendidi giochi di luce dei cespi vegetali e valorizzato i sapienti effetti plastici nella resa degli animali.
COMMENTI
Mappa