Agrigento Estate - Festival d'Autore

Parco Archeologico Valle dei Templi , Agrigento

 

Dal 07 Luglio 2018 al 22 Agosto 2018

Agrigento

Luogo: Parco Archeologico Valle dei Templi

Indirizzo: via Panoramica dei Templi

Enti promotori:

  • Polo Culturale Agrigento


Comunicato Stampa:
In un Parco che non chiude mai, dove ogni visita diventa un’esperienza. Per la Valle dei Templi, in assoluto il sito italiano che più è cresciuto in termini di ingressi e di gradimento del pubblico, si delinea un’estate straordinaria che fa allungare lo sguardo verso il milione di visitatori, obiettivo del 2018. Che la vedrà chiusa soltanto qualche ora della notte, visto che il cartellone estivo accoglie sia reading classici all’alba, che spettacoli in notturna, itinerari guidati dalla luce delle “lucciole” e musica sotto il Tempio di Giunone. Oltre, naturalmente, alle visite quotidiane ad un sito unico al mondo, patrimonio UNESCO, che ad ogni scavo avviato, dimostra di tenere serbati altri segreti. Per questo motivo, le visite della Valle sono una vera propria esperienza, sensoriale, sociale, persino enogastronomica: sia che si seguano i percorsi abituali che permettono di scoprire la Valle, sia che si partecipi a visite immersive, di grande suggestione come possono essere quelle alla luce delle “lucciole” (collane luminoseche segneranno il percorso dei visitatori, per incontrare i protagonisti della mitologia); o la discesa, con tanto di caschetto protettivo e lanterna, lungo gli Ipogei della Valle di età paleocristiana, attraverso le catacombe bizantine, per finire con un aperitivo al tramonto; o la visita all’area sacra della città antica, al sorgere del sole, completata da una colazione con granita e brioche.
 
I numeri della Valle dei Templi.  Soltanto a giugno si registra una crescita del 20 per cento in più rispetto allo stesso mese dell'anno scorso che aveva già totalizzato un 24 per cento in più. L’obiettivo del 2018 è quello di arrivare al milione di visitatori. Nel 2017 la Valle dei Templi ha registrato un numero altissimo di ingressi, 857.333 visitatori (ovvero il 31 per cento in più rispetto all’anno precedente); trend in salita che viene confermato anche nei primi cinque mesi del 2018 che già registrano un ulteriore incremento del 25 per cento grazie anche all'attivazione della vendita on line dei biglietti di ingresso. Un trend che conferma l’impegno di CoopCulture - che cura i servizi del polo archeologico, a capo dell’ATI completata da MondoMostre, Skira, BlueCoop, Ipacem e Cooperativa Archeologia - che comprende la Valle dei Templi, il Museo “Pietro Griffo”, laCasa Museo Pirandelloe l’area archeologica di Eraclea Minoa. Tutti siti che si apriranno agli spettacoli: dal teatro classico alla scena sperimentale, concerti per orchestra e da camera, il Festival del cinema archeologico, eventi particolari e suggestivi come le albe al Tempio della Concordia o gli spettacoli al tramonto dedicati a famiglie e ai bambini. E i protagonisti del cartellone, curato da Marco Savatteri:Elisabetta Pozzi, Sebastiano Lo Monaco, Giusi Cataldo, Gaetano Aronica solo per citarne alcuni, mentre Brunori SAScon l’orchestra multietnica OMA propone il concerto “Culture contro la paura” per  gridare fuor di retorica il valore del dialogo tra le culture. Infine, una mini rassegna teatrale di compagnie agrigentine, e una serie di spettacoli e concerti nel centro storico e a San Leone.
 
“Un'ulteriore, preziosa iniziativa del Parco di Agrigento: estendere la visita dall'alba alle ore notturne per permettere ai visitatori di vivere emozioni e sensazioni normalmente impossibili nel consueto orario di visita – spiega Sebastiano Tusa, assessore regionale ai Beni culturali e all'Identità siciliana - Vivere l'alba tra le suggestive ed evocative memorie della fantastica città di Akragas, è un'esperienza unica che certamente verrà apprezzata a livello nazionale e internazionale.  Si tratta di una iniziativa che amplifica e qualifica ancora di più le già apprezzate qualità del Parco, che intendiamo estendere anche ad altri siti importanti della Sicilia.La nostra speranza è non solo aumentare le visite ma contribuire al riscatto economico di questa terra partendo dai giovani coinvolti in queste iniziative". 

"L'unione fa la forza. Solo insieme le realtà archeologiche del territorio possono lavorare in sinergia e attrarre turisti e visitatori - ha detto Gioconda La Magna, direttore del polo culturale di Agrigento - grazie alla apertura del terzo varco il Museo archeologico “Pietro Griffo” ha registrato un incremento del 20 per cento". 

“Con la collaborazione preziosa di CoopCulture stanno cambiando tante cose – interviene il direttore della Valle dei Templi, Giuseppe Parello-; l'obiettivo è quello  di offrire un cartellone che accolga sia il teatro classico che le espressioni  della musica contemporanea. Per valorizzare il patrimonio siciliano e, nello stesso tempo, spingere il turista a soggiorni più lunghi. Ma non ci fermeremo con l’estate: sarà una lunga stagione che comprenderà gli eventi istituzionali del Parco come il Festival del cinema archeologico e che, arrivando all’autunno, lambirà il Mandorlo in fiore”. 

"Il programma è concepito in una logica di valorizzazione integrata del territorio – dice il direttore di CoopCulture, Letizia Casuccio- dove archeologia, paesaggio, espressioni artistiche di grandi livello e enogastronomia si fondono per regalare ai visitatori della Valle, un’esperienza e non solo una visita".

“Un programma di eventi ad ampio respiro, che spazia dal teatro classico a quello sperimentale, alla musica - conclude il curatore del cartellone estivo, Marco Savatteri -. E una mini rassegna teatrale che darà voce alle risorse agrigentine, con spettacoli volti ad incoraggiare il teatro come esperienza di vita di una comunità”. 

Parco Archeologico Valle dei Templi di Agrigento

Sabato 7 luglio | ore 21 | Tempio della Concordia 
Silent Wi-FI” , concerto pianoforte con esperienza immersiva.  
Il pubblico, fornito di cuffie wi-fi, seguirà il musicista nel Parco. 
 
11 luglio - 14 luglio | Tempio di Giunone
Festival del cinema archeologico
 
Da sabato 14 luglio | ore 5,30 | Tempio della Concordia 
Iliade, da Omero a Omero”, reading a cura di SiciliaTeatro
Sebastiano Lo Monaco diventa il cantore che cuce in una nuova rapsodia i brani degli antichi racconti. Il montaggio testuale è stato operato dalla grecista Monica Centanni, l’attore diventa l’aedo che scompone e riannoda i fili della narrazione, utilizzando materiali diversi, dagli episodi omerici ai brani tratti dalle opere teatrali che i grandi poeti tragici rielaborarono dal mito di Troia. La voce del cantore è supportata da un tessuto musicale che a volte si fa personaggio, dialogano con l’interprete il Quartetto Aretuseo e Dario Arcidiacono con le musiche elettroniche eseguite dal vivo.
 
Giovedì 19 luglio | ore 19 | Tempio di Giunone
Il fanciullo e gli incantesimi” a cura di Giusi Cataldo con l’Istituto di Studi Superiori Musicali di Ribera
Un concerto rivolto ai bambini e alle famiglie: con quali giocattoli gioca Ravel? Quali incantesimi provoca la sua musica? Tratto da L’Enfant et les Sortilèges, Fantaisie Lyrique di Maurice Ravel su testo di Colette. Ensemble da camera dell'Istituto Superiore di Studi Musicali A. Toscanini di Ribera- Agrigento Diretto da Stefano Cardi con i pupi di Angelo Sicilia 

Giovedì 26 luglio | ore 21 | Tempio di Giunone
Cassandra” a cura di Elisabetta Pozzi
Cassandra o del tempo divorato, riscrittura a cura della grande attrice e interprete Elisabetta Pozzi, che ha lavorato al testo con il giornalista e scrittore Massimo Fini, combinando scritture classiche e contemporanee. Cosa vede Cassandra oggi? La consapevolezza amara e inquietante che l’Uomo ha divorato il tempo, e nella sua ingordigia politica ed economica ha eliminato il futuro. L’eroina troiana allora assurge a tonante personificazione delle nostre paure e di quello che, forse, tutti sappiamo ma non vogliamo ammettere. 

Da fine luglio | Mini rassegna teatrale delle espressioni artistiche Agrigentine 
Ciascuno a suo modo” con il coinvolgimento di associazioni e artisti di Agrigento 
I Sognatori, Ciak donna, Caos, Associazione Teatrainima, Arcobaleno, Maschere nude, Fondazione Empedocle, Ilaria Bordenca, Graziana Lo Brutto, Simona Natalello.

Venerdì 3 agosto | ore 21 | Tempio di Giunone
Gaetano AronicaLuna pazza" a cura della Fondazione Teatro Pirandello
In chiave surreale e fantastica l’ultima notte di Pirandello e dei suoi personaggi che vanno a fargli visita.  Venti artisti siciliani con coreografie e costumi molto particolari.
 
Sabato 4 agosto  | ore 21 | Tempio di Giunone 
Un canto essenziale” a cura dei fratelli Mancuso
I Fratelli Mancuso, Enzo e Lorenzo, sono cantanti, compositori e polistrumentisti siciliani che recuperano la tradizione interpretandola in uno stile del tutto nuovo. Icone culturali della Sicilia e della sua musica.
 
Venerdì 31 agosto  | ore 21 | Tempio della concordia 
Culture contro la paura” di Brunori Sas e OMA
Intero 30 euro, ridotto 25
Le melodie trasversali dell'Orchestra Multietnica di Arezzo, la voce coinvolgente di Dario Brunori e le letture commoventi di Amanda Sandrelli, con brani tratti dalla Costituzione e dalla Dichiarazione universale dei diritti umani per parlare di temi attuali tra i quali l'immigrazione, la "nuova Italia" e i cambiamenti culturali con una chiave di lettura mai banale dove emerge sempre la speranza in un mondo migliore e  la convinzione nei valori della fratellanza e della pace. Un percorso di pace, di nomadismo e di amore per le proprie radici, che dal Nord Africa sale per la Turchia, la Grecia, i Balcani, l’Est Europeo, e arriva fino al nostro Paese, alle coste bagnate da quello stesso Mediterraneo che unisce e allontana i popoli.

Museo Archeologico Regionale  Pietro Griffo
 
Giovedì 16 agosto | ore 21 
Nuevo Piazzolla Project” a cura di Uni Ensemble
 
Venerdì 17 agosto | ore 21 
L’Opera da tre soldi” a cura di Uni Ensemble
 
Casa Museo Luigi Pirandello
12, 20 e 27 luglio | ore 19,30 
Frammenti di luna” a cura di Gaetano Aronica e Marco Savatteri
I personaggi creati dal Maestro Pirandello infesteranno la sua villa. Più di dieci personaggi renderanno speciale la visita nella Casa natale di Luigi Pirandello, grazie a momenti intensi di recitazione canto e danza. Il pubblico assisterà ad uno spettacolo itinerante e pieno di sorprese.

Area Archeologica Eraclea Minoa

Mercoledì 8 agosto | ore 18,30
I meriggi presso l’orchestra. Retablo” , reading a cura di Teatri di Pietra

Mercoledì 22 agosto | ore 19 
 “I meriggi presso l’orchestra. La cantata de li ruini” a cura di Teatri di Pietra
 

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF
COMMENTI