Art+b=love(?). II Edizione

Art+b=love(?), Mole Vanvitelliana, Ancona

 

Dal 04 Aprile 2018 al 08 Aprile 2018

Ancona

Luogo: Art+b=love(?)

Indirizzo: Banchina Nazario Sauro 28

Telefono per informazioni: +39 071 236 39 97

E-Mail info: info@sineglossa.it

Sito ufficiale: http://www.abfestival.it


Comunicato Stampa:
Il Rinascimento è uno dei periodi più innovativi e fecondi di idee nella storia degli esseri umani, ma oggi sembra relegato in un’antichità remota, capace solo di affascinare le orde di turisti in cerca delle tracce di un tempo perduto.

Noi crediamo invece che lo spirito del Rinascimento sia ancora vivo e attuale, e vogliamo riappropriarci del suo elemento più rivoluzionario
: la contaminazione tra artisti, scienziati, umanisti e politici riuniti alla stessa corte per scambiarsi le proprie visioni del mondo e costruirne insieme una nuova.

Tramite l’equazione Art+b=love(?), il festival combina l’arte con una variabile ogni volta diversa – la scienza, il mondo dell’impresa, il marketing territoriale, la formazione – raccontando le migliori pratiche a livello nazionale e internazionale in cui mondi apparentemente distanti si mescolano per produrre contenuti innovativi e possibili occasioni di crescita economica. E il punto di domanda ci ricorda che esiste sempre, in ogni ricerca, la possibilità del fallimento, “perché ogni tentativo sbagliato, scartato è un altro passo avanti” (Thomas Edison).

Il festival adotta il “Terzo Paradiso” di Michelangelo Pistoletto come
simbolo di uguaglianza e cittadinanza contro ogni forma di intolleranza,
ad appena due mesi dalla strage aggravata da razzismo avvenuta a
Macerata.
«“Terzo Paradiso” – ha affermato Pistoletto – significa il passaggio a
uno stadio inedito della civiltà planetaria, indispensabile per
assicurare al genere umano la propria sopravvivenza. A tale fine occorre
innanzi tutto ri-formare i principi e i comportamenti etici che guidano
la vita comune».

La performance artistica si svolgerà sabato 7 aprile 2018, a partire
dalle ore 16, presso la Mole Vanvitelliana di Ancona, alla presenza del
Coordinatore degli Ambasciatori del Terzo Paradiso Francesco Saverio
Teruzzi, come tramite di un messaggio culturale: un’azione per
sensibilizzare la società a farsi promotrice di un cambiamento
culturale, stimolando la capacità di rispondere al razzismo e
all’intolleranza attraverso gli strumenti della legalità, del dialogo
sociale e del lavoro.
«Nella convinzione che il lavoro, cioè le imprese, – dichiarano Cesare
Biasini Selvaggi e Federico Bomba, direttori del festival – già da molti
anni stiano dando prova di essere uno dei luoghi chiave per agevolare
l’integrazione tra culture diverse, vogliamo coinvolgere in questa
straordinaria performance le aziende che hanno già fatto proprio questo
valore, rendendo protagonisti dell’opera i dipendenti stranieri, risorsa
fondamentale per la crescita economica e sociale dei territori».

L’opera “Terzo Paradiso” è composta da tre cerchi consecutivi,
riconfigurazione del segno matematico dell’infinito. I cerchi esterni
rappresentano tutte le diversità e le antinomie; quello centrale è la
compenetrazione fra i cerchi opposti e rappresenta il grembo generativo
della nuova umanità.
Le aziende potranno contribuire a comporre il simbolo del “Terzo
Paradiso” di Pistoletto inviando alla Mole di Ancona, in rappresentanza,
un proprio dipendente straniero che depositerà un oggetto emblematico
dell’azienda stessa, della sua attività. Ogni azienda partecipante
diventerà così testimonial di quanto il simbolo rappresenta, dei suoi
valori di integrità e integrazione. 

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF
COMMENTI