Zhang Dali per Fondantico

Opera di Zhang Dali

 

Dal 26 Gennaio 2019 al 05 Febbraio 2019

Bologna

Luogo: Galleria Fondantico

Indirizzo: via de’ Pepoli 6/e

Orari: da lunedì a sabato 10-13 / 16-19. Sabato 2 febbraio 2019 apertura serale per Notte Bianca

Telefono per informazioni: +39 051.265980

E-Mail info: info@fondantico.it

Sito ufficiale: http://www.zhangdaliart.com


Comunicato Stampa:
La galleria Fondantico di Tiziana Sassoli presenta una preziosa mostra di Zhang Dali, artista cinese di fama internazionale, nella prestigiosa sede di Casa Pepoli Bentivoglio in Via de’ Pepoli 6e a Bologna.
 
Fondantico opera da oltre trent’anni con competenza e professionalità all’interno del segmento dell’arte, orientando all’acquisto collezionisti e amatori italiani ed esteri. Oltre alle mostre organizzate nella propria galleria Tiziana Sassoli partecipa alle più importanti esposizioni nazionali e internazionali tra le quali la Biennale di Firenze, London Art Week e TEFAF; inoltre numerose opere d’arte della galleria sono state acquistate da musei nazionali e internazionali, fondazioni, banche, istituzioni pubbliche e private.
 
In questa mostra saranno esposti e in vendita sculture e dipinti tra i più rilevanti della pluridecennale carriera di Zhang Dali.

Zhang Dali è nato a Harbin nel 1963. Dopo la laurea all’Accademia Centrale di Belle Arti e Design di Pechino sceglie di intraprendere la strada di artista professionale e indipendente. Vive a Bologna per 5 anni, tra il 1989 e il 1995. È molto legato alla città, dove ha conosciuto i graffiti, che successivamente ha portato in Cina, scatenando un accesso dibattito pubblico sul rapporto tra modernizzazione urbana e arte.
 
In oltre trent’anni ha esposto in 270 mostre in tutto il mondo. Le sue opere sono fortemente legate ai problemi sociali della realtà che lo circonda: urbanizzazione e vivibilità delle metropoli, rapporto tra individuo e collettività, migrazione dalla campagna alla città, eguaglianza dei diritti e diseguaglianza economica, pervasività dei nuovi media e manipolazione dell’immagine fotografica.

I suoi mezzi espressivi sono molteplici: dipinti, fotografia, scultura come anche installazioni e performance. Come afferma in una recente intervista: “Prima penso al contenuto, al messaggio, dopo penso al mezzo tecnico migliore per esprimerlo”. Zhang Dali non arretra di fronte alle difficoltà tecniche di lavorare con nuovi materiali, continua a esplorare e sperimentare. 
 
Ha esposto nei più importanti musei del mondo: il MoMA e il MET di New York, il V&A Museum di Londra, il COBRA di Amsterdam e il Beelden aan Zee de L’Aia, numerosi musei in Cina, Giappone e Corea del Sud. Oltre venti musei nel mondo hanno acquisito le sue opere. 
Vive e lavora a Pechino.
 

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF
COMMENTI