Natalia Goncharova. Una donna e l’Avanguardia tra Gauguin, Matisse e Picasso

Natalia Goncharova, Il ciclista, 1913, olio su tela, cm. 78x105, San Pietroburgo, The Russian Museum

 

Dal 28 Settembre 2019 al 12 Gennaio 2020

Firenze

Luogo: Palazzo Strozzi

Indirizzo: piazza Strozzi

Orari: tutti i giorni inclusi i festivi 10-20. Giovedì 10-23

Curatori: Ludovica Sebregondi, Fondazione Palazzo Strozzi, Matthew Gale, Head of Displays, Natalia Sidilina, Curator, International Art, Tate Modern

Enti promotori:

  • Fondazione Palazzo Strozzi
  • Tate Modern (London)
  • in collaborazione con Ateneum Art Museum (Helsinki)
  • con il supporto di Comune di Firenze
  • Camera di Commercio di Firenze
  • Regione Toscana
  • il sostegno di Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze
  • la sponsorizzazione di Unipol

Telefono per informazioni: +39 055 2645155

E-Mail info: info@palazzostrozzi.org

Sito ufficiale: http://www.palazzostrozzi.org


Comunicato Stampa:
Dal 28 settembre 2019 al 12 gennaio 2020 Palazzo Strozzi celebra Natalia Goncharova, straordinaria figura femminile delle avanguardie di primo Novecento, attraverso una grande retrospettiva che ripercorre la sua vita controcorrente e la sua produzione artistica a confronto con opere di celebri artisti che sono stati per lei punti di riferimento come Paul Gauguin, Henri Matisse, Pablo Picasso, Umberto Boccioni

In una sorta di viaggio tra Parigi e Mosca, le due città simbolo dell’artista, la mostra permette di scoprire la biografia anticonformista di una donna che ha saputo vivere per l’arte, creando un’originale fusione di tradizione e innovazione, Oriente e Occidente, e rendendo la propria opera un esempio unico di sperimentazione tra stili e generi artistici, dal primitivismo al raggismo, dalla pittura e la grafica al lavoro per il teatro.

La mostra a cura di Ludovica Sebregondi, Fondazione Palazzo Strozzi, Matthew Gale, Head of Displays e Natalia Sidlina, Curator, International Art, Tate Modern è promossa e organizzata da Fondazione Palazzo Strozzi e Tate Modern, Londra con la collaborazione dell’Ateneum Art Museum, Helsinki.




SCARICA IL COMUNICATO IN PDF
COMMENTI