Storie di Giampaolo Talani

© Giampaolo Talani

 

Dal 06 Aprile 2017 al 22 Aprile 2017

Firenze

Luogo: Firenzeart Gallery

Indirizzo: via della Fonderia 42r

Orari: dal lunedì al sabato 16 - 20 (festivi su appuntamento)

Curatori: Giulia Bacci

Costo del biglietto: ingresso gratuito

Telefono per informazioni: +39 055224028

E-Mail info: info@firenzeart.it

Sito ufficiale: http://www.firenzeart.it


Comunicato Stampa:
Sarà inaugurata il 6 aprile a Firenze, presso la FirenzeArt Gallery, la mostra "Storie di Giampaolo Talani", personale dedicata all'artista toscano. Oltre all'artista saranno presenti il presidente del Consiglio Regionale Eugenio Giani ed il consigliere comunale Marco Colangelo.
Il vermissage avrà inizio alle ore 17.30 con ingresso libero.

Rimarrà aperta fino al 22 aprile con orari 16-20, festivi su appuntamento. La musica del Mare a Firenze.
Ecco il libeccio, che scompiglia i capelli. Ecco il sale che entra nel cuore, nello spirito e nel corpo tutto. Ecco la forza delle sue onde in tempesta ed il cullare leggero della sua calma. Lo sguardo del marinaio è lontano, verso altri lidi, altri porti, altri mari da scoprire.

Egli cerca il pesce, il pesce bianco, nel mare, per la strada, ogni giorno: è la speranza che apre l'alba. Sono i luoghi dell'anima, di ogni uomo, del viaggio verso il sogno, mentre il musicista suona lo strumento insieme alle sue passioni, ai suoi amori di rosa rossa. La musica del mare è in Oltrarno.

Dopo l'epifania di brezza e salsedine sotto il loggiato degli Uffizi (Rosa dei venti, Sala d'Arme, 2008) Giampaolo Talani porta il mare sulla rive gauche fiorentina.
FirenzeArt Gallery ha l'onore di accogliere 20 opere del grande artista sanvincenzino, l'unico capace di trasformare Firenze in una spiaggia giocosa e libera (Rosa dei venti, 2008). I suoi venti di vita porteranno sogni e pensieri, sconvolgendo e liberando, attraversandoli con la barchetta di carta che va, scivola, dai sogni di bambino dall'anima pura, per ricordarci che le balene si rincorrono, ma non dobbiamo mai prenderle. Giulia Bacci “


SCARICA IL COMUNICATO IN PDF
COMMENTI