Alessandra Vinotto. Inside

Opera di Alessandra Vinotto

 

Dal 10 Febbraio 2019 al 23 Febbraio 2019

Genova

Luogo: Satura Palazzo Stella

Indirizzo: piazza Stella 5/1

Orari: dal martedì al venerdì 9:30-13 / 15-19; sabato 15-19

Curatori: Mario Napoli

Telefono per informazioni: +39 010 246 8284

E-Mail info: info@satura.it

Sito ufficiale: http://www.satura.it


Comunicato Stampa:
S’inaugura sabato 9 febbraio 2019 alle ore 17:00 nelle suggestive sale di Palazzo Stella a Genova, la mostra personale di Alessandra Vinotto “Inside” a cura di Mario Napoli. 
 
Il lavoro di Alessandra Vinotto è fatto di armonici contrasti, di luci e ombre, di contrappunti tonali. Come in un processo catartico, le tele esposte sono la registrazione di una ricerca introspettiva: una sorta di diario per immagini che racconta, attraverso il linguaggio del corpo, pensieri ed emozioni dell’artista che, esteriorizzandoli, li libera, creando una distanza oggettivante.
L’opera scaturisce da un intreccio di fotografia e pittura: la Polaroid originale incisa e graffiata, viene scansionata, nuovamente ristampata su tela ed infine dipinta. C’è un totale superamento della diversità tra le due tecniche utilizzate che, grazie alla forte strutturazione interna, risultano due linguaggi complementari e perfettamente integrati tra loro. La scelta di intervenire pittoricamente sulla Polaroid risponde all’esigenza di lasciare inalterata la forza comunicativa dell’opera, per esaltarne la spontaneità ed autenticità. Tale composito procedimento è stato mutuato da Vinotto direttamente dal fotografo Maurizio Galimberti, per il quale ha posato come modella, ma con cui ha anche collaborato negli anni ’90 - esperienza che ha segnato una svolta nella sua evoluzione artistica tanto da costituire la base di questo progetto espositivo.   
E tuttavia, se lo scatto fotografico prende le mosse da un’idea razionale stabilita a priori, è altrettanto significativo l’intervento grafico successivo, a rappresentare la parte irrazionale, lo sfogo incontrollato che interviene libero sull’immagine preesistente. La serie di autoritratti raccontano, quindi, il personale universo interiore e tratteggiano un percorso esperienziale intimo dell’artista che, rappresentando se stessa, crea uno scambio dal particolare all’universale e innesca un processo di immedesimazione e identificazione con lo spettatore.

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF
COMMENTI