Verba manent. Frammenti per voce sacra nel sembiante di un oracolo

Sarnano

 

Dal 23 Giugno 2018 al 05 Agosto 2018

Sarnano | Macerata

Luogo: Loggiato Comunale

Indirizzo: via Roma

Curatori: Marilena Spataro, Alberto Gross

Enti promotori:

  • Unione Montana dei Monti Azzurri
  • Con il patrocinio del Comune di Sarnano e della Regione Marche

Telefono per informazioni: +39 0733 659911

Sito ufficiale: http://www.sarnanoturismo.it


Comunicato Stampa:
Sarà proprio quella parte d'Appennino, romanticamente ribattezzata Monti Azzurri dal sommo Giacomo Leopardi e che, secondo la leggenda, ancora riecheggia nella profondità delle sue viscere della voce oracolare della Sibilla, ad accogliere la mostra di scultura“VERBA MANENT” Frammenti per voce sacra nel sembiante di un oracolo, dedicata alla figura dell'antica profetessa

E' in coincidenza del giorno in cui si celebra la notte magica di San Giovanni, che a Sarnano, il 23 giugno alle ore 17,00, si inaugura un evento artistico che vede al centro la magica figura della Sibilla. Scrive al riguardo Giovanni Scardovi nella prefazione del catalogo dedicato alla mostra “VERBA MANENT” Frammenti per voce sacra nel sembiante di un oracolo: “Oggi noi celebriamo con queste sculture la magia e l'enigma misterico di questo territorio, teatro delle profezie di questa figura oracolare, abitante le grotte dei Monti Sibillini, a lei si attribuiscono mitologie arcaiche prodotte dal vaticinio dei responsi. Questa mostra è così una celebrazione di questo oracolo diventato genio del luogo ed evocante antichi poteri femminili tramandati nel tempo”. Saranno gliampi spazi del magnifico Loggiato Comunale di Via Roma a Sarnano, la ridente cittadina in provincia di Macerata adagiata alle pendici dei Monti Azzurri, ad accogliere, dal 23 giugno al 5 Agosto 2018i lavori dei sei maestri che hanno aderito all'evento espositivo, si potranno ammirare in mostra ben diciannove suggestive sculture, prevalentemente in terracotta, di cui parecchi inediti realizzati per l'occasione. 

Promosso dall'Unione Montana dei Monti Azzurri, con il patrocinio del Comune di Sarnano e della Regione Marche, in collaborazione con l'Associazione Culturale LOGOS, Casa Museo Ugo Guidi di Forte dei Marmi, Acca Edizioni e Galleria Ess&rre di Roma
, l'evento espositivo si inscrive nell'ambito delle manifestazioni legate all'evento SIBILLA: ORACOLO APPENNINICO e nell'ambito del più ampio progetto “La Sibilla e i nuovi visionari”.Afferma in merito Giampiero Feliciotti, presidente dell'Unione Montana dei Monti Azzurri: "Il festival “La Sibilla e i nuovi visionari”è un progetto volto alla valorizzazione culturale e turistica del territorio dell’entroterra Maceratese alle pendici dei Monti Sibillini, da Leopardi chiamati Monti Azzurri poiché ogni mattina aprendo la finestra egli poteva, dal colle di Recanati, gustare questa cornice dei Sibillini “azzurrastri”, una colorazione affascinate e misterica determinata dalla nebbia, ma che conferiva, e tuttora conferisce, loro la magia di un'apparizione quasi ultraterrena. L’idea - molto interessante – e’ stata sposata dall’Unione Montana dei Monti Azzurri, per un Festival, ideale per l'estate 2018, da rendere ripetibile negli anni. Le progettualità connesse non potranno che essere condiviseper le finalità espresse dai promotori nell’anno Europeo del Patrimonio Culturale che si fregia del motto "Il nostro Patrimonio: dove il passato incontra il futuro"il cui obiettivo è di incoraggiare il maggior numero di persone a scoprire e a lasciarsi coinvolgere dal patrimonio culturale dell'Europa, rafforzando il senso di appartenenza a un comune spazio europeo”. “Quale miglior occasione – commenta il presidente - durante l'eventoSIBILLA: ORACOLO APPENNINICO, di una bella mostra, dal titolo emblematico “VERBA MANENT”. Frammenti per voce sacra nel sembiante di un oracolo, di 6 artisti che ci propongono 19 suggestive sculture sulla Sibilla?”.

La mostra si pone, infatti, come suggestione visiva di tale contesto culturale, strettamente identitario del luogo e della realtà contemporanea in cui è inserito. Gli artisti invitati a partecipare all'evento hanno così avuto la possibilità di confrontarsi con la vivida atmosfera suggestiva che ancora abita questi luoghi carichi di fascino e seduzione, con la doppiezza diabolica di ciò che attrae nell'inconoscibile e nel misterico di storie così profondamente radicate e fondanti l'etnoantropologia di un territorio. “L'intento è quello di continuare a dar voce a quella voce che per voce divina oracolava, mantenendone viva la fiamma, preservandone il sibilo” (A. Gross). Ad assolvere questo compito sono stati chiamati gli scultori Alberto Bambi, Gianni Guidi, Sergio Monari, Giovanni Scardovi, Sergio Zanni, Mario Zanoni, che da sempre con il loro lavoro indagano il mondo del mito e gli enigmi dell'arcano. 

All'inaugurazione del 23 giugno di “VERBA MANENT”. Frammenti per voce sacra nel sembiante di un oracolo, saranno presenti gli artisti,la curatrice Marilena Spataro, giornalista culturale, Alberto Gross, curatore e critico d'arte, che insieme alla scrittrice e poetessa, Francesca Tuscano, presenteranno la mostra. Interverranno a portare i loro saluto, Giampiero Feliciotti, presidente dell'Unione Montana dei Monti Azzurri e Franco Ceregioli, sindaco di Sarnano.
 
Catalogo in galleria (Testi di Giampiero Feliciotti, Giovanni Scardovi, Alberto Gross, Francesca Tuscano) a cura di Marilena Spataro – Acca edizioni Roma.

Orario: tutti i giorni dalle ore 17 alle  ore 20

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF
COMMENTI