Andrea Boyer. Gesto e maniera

Andrea Boyer, Senza titolo, grafite su carta 37x40 cm.

 

Dal 01 Marzo 2018 al 07 Aprile 2018

Milano

Luogo: Artespressione

Indirizzo: via della Palla 3

Curatori: Matteo Pacini, Manuela Accinno

Telefono per informazioni: +39 329 9648086

E-Mail info: artespressione@gmail.com


Comunicato Stampa:
Per la stagione espositiva 2018, la galleria ARTESPRESSIONE di Paula Nora Seegy dedica ampio spazio ad ANDREA BOYER (Milano 1956), con due mostre, distinte ma dialoganti, dedicate al disegno e alla fotografia, mezzi espressivi privilegiati dall’artista milanese:

·      IL DISEGNO: “Gesto e manira” in mostradal 1 MARZO  al 7 APRILE 2018.
·      LA FOTOGRAFIA: “Nudi” in mostra dal 3 al 24 MAGGIO 2018 (seguirà comunicato stampa dedicato).

Giovedì 1 marzo 2018, a partire dalle ore 18.30, Artespressione è lieta di presentare “GESTO E MANIERA”, mostra a cura di Matteo Pacini con la collaborazione di Manuela Accinno e testo critico di Andrea Dusio, in cui prenderanno posto un nutrito corpo di opere realizzate a matita su cartone Schoeller dall’artista considerato una delle eccellenze del disegno italiano (Carlo Franza).

Da quando nel 1991 Boyer è invitato da Giovanni Testori a tenere la sua prima mostra personale di disegni e incisioni alla Compagnia del Disegno di Milano, le sue opere sono state esposte in mostre personali e collettive in importanti gallerie pubbliche e private in Italia e all’estero.
 
Lento, dolce, inesorabile come un muschio o un lichene, è Madame Ombra la vera governante, padrona e regina della fantasia di Boyer. […] Nessuna quantità luminosa, per quanto possente e infinita essa sia riuscirà mai a distruggere la realtà dell’ombra […] Ora, è proprio dentro questa quotidiana verità che Boyer mette in azione i delicatissimi strumenti della sua passione: quelli propri alla tecnica incisoria e quelli propri alle tecniche del disegnare e del dipingere. Li mette in azione, li muove, per vivere quella verità, per verificarla; e, attraverso la verifica, esprimerla.”. “

(Giovanni Testori)
 
Il titolo della mostra presso la galleria Artespressione è un chiaro riferimento all’abilità dell’artista nell’indagare appieno, grazie al suo sguardo attento e alla maestria nell’uso della tecnica, le manifestazioni umane nella loro molteplicità.
 
Di accademico e manieristico, nel senso deteriore del termine, c’è ben poco nelle opere di Boyer poiché l’esercitazione formale di una tecnica pregevole è messa a servizio di uno sguardo profondo e intimo sull’uomo. Attraverso il suo filtro Boyer fa trapelare un’umanità scevra da ogni artificio, i cui risvolti meno contaminati e le singole peculiarità sono immortalate con minuziosa precisione.
 
Nessun estetismo fine a se stesso quindi, il gesto e la maniera di Boyer sono una macchina, un congegno transitivo azionato per catturare ed esibire quanto più io e quanta più realtà possibile.

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF
COMMENTI