Cinemology

I quadri della storia del Cinema

 

Dal 26 Aprile 2017 al 25 Giugno 2017

Milano

Luogo: Cinema Spazio Oberdan

Costo del biglietto: Mercoledì 26 aprile: € 10 (inaugurazione, buffet, biglietto spettacolo). Speciale offerta LIBROX2: € 25 (inaugurazione, buffet, 2 biglietti spettacolo, 1 libro Cinemology). Mostra ingresso gratuito

E-Mail info: info@cinetecamilano.it

Sito ufficiale: http://www.cinetecamilano.it


Comunicato Stampa:
“Qualcuno afferma che il cinema oggi sia davvero morto, 
ma dopo aver guardato questo libro si dovrà ricredere.”
 
Lo sapevate che, almeno una volta nella vita, vi siete pettinati con un film? Vi siete mai chiesti come mai Alfred Hitchcock fosse così ossessionato dal tema della colpa? Sapevate che anche i film si possono ammalare? E qual è il bacio più lungo visto sul grande schermo?
 
Fondazione Cineteca Italiana e i geniali creatori di Shortology presentano CINEMOLOGY (Fausto Lupetti Editore), il libro della grande storia del cinema, in sintesi. 
 
Mercoledì 26 aprile 2017 alle ore 20 presso il Cinema Spazio Oberdan di Milano, gli autori Matteo Civaschi (Shortology) e Matteo Pavesi (Cineteca Milano) presenteranno il quarto volume della serie basata sul meccanismo della sintesi grafica, che comprende Shortology (pubblicato in Italia da Rizzoli e uscito in Gran Bretagna, Stati Uniti, Germania, Francia, Spagna e Giappone), e dedicato a fatti storici e personaggi famosi, Filmology (incentrato sul cinema) e Proverbiology (ça va sans dire).
 
Dall’incontro tra il sapere cinematografico custodito nella prima Cineteca d’Italia e l’innovazione del graphic design, nasce una nuova fruizione dell’oggetto libro: bastano infatti pochi secondi per “leggere” queste illustrazioni, e con qualche icona grafica o pittogramma, come per incanto la storia del cinema prende forma.
 
Cinemology è un manuale a tutto tondo per grandi appassionati di cinema, ma anche per chi di cinema è completamente a digiuno. Un libro-mappa dove poter scoprire la storia della settima arte, dai fratelli Lumière e le grandi correnti estetiche del Novecento, alle epocali trasformazioni contemporanee, oltre ad alcune delle più divertenti citazioni, le filmografie dei più grandi maestri condensate in un unico tableau, e i celebri short movies e sfiziosi aneddoti e record cinematografici.
 
Nella prefazione, a cura del critico cinematografico Gianni Canova, viene sottolineato come Cinemology possa essere definito un “dispositivo ludico-semiotico”, un libro pensato non per essere letto ma per essere guardato e scoperto, per divertire, giocare, stupire e sorprendere. Un processo di iconizzazione che stupisce per esattezza e leggerezza, come sottolinea il co-autore Matteo Pavesi, per il quale “il pregio di questo lavoro è l’innesco nella memoria cinematografica di ognuno di noi: quelli di Shortology sono dei terroristi della memoria che seminano bombe di ricordi di cinema”. 
 
Cinemology verrà presentato in anteprima al pubblico di “Tempo di Libri” (19 – 23 aprile 2017, Fiera Milano Rho) presso lo stand di Regione Lombardia, in collaborazione con Fausto Lupetti Editore. Per l’occasione sarà presente il critico e autore della prefazione del libro Gianni Canova.
 
Cinemology non è solo un libro, ma anche una mostra, allestita nel foyer del Cinema Spazio Oberdan, che inaugurerà lo stesso mercoledì 26 aprile, e che sarà visitabile ad ingresso libero sino a domenica 25 giugno.
 
L’esposizione sarà la terza delle sette mostre in occasione di #Cineteca70, l’evento celebrativo per i primi 70 anni della Cineteca di Milano. 
La mostra si compone di opere grafiche tratte dall’omonimo libro, e permetterà al pubblico di compiere un incredibile viaggio visivo attraverso la magia della settimana arte in tutte le sue forme.
 
Al termine dell’inaugurazione, intorno alle ore 21.15, è in programma la proiezione dell’avvincente Arrival di Denis Villeneuve (2016), dramma fantascientifico e utopico che ha fatto incetta di premi internazionali.

Mercoledì 26 aprile
h 20 presentazione libro, vernice mostra, buffet
h 21.15 proiezione film ARRIVAL (Denis Villeneuve, 2016)

MATTEO PAVESI
Nel 1994 si laurea in Storia e Critica del Cinema e inizia subito a collaborare con passione e competenza con Fondazione Cineteca Italiana in qualità di conservatore, e dal 2010 viene nominato Direttore Generale. Nel 2011 progetta e assume la direzione artistica del MIC – Museo Interattivo del Cinema. Collabora e insegna presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e l’Accademia di Belle Arti di Brera e ha firmato numerose pubblicazioni specialistiche. Nel 2016 il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, gli conferisce il titolo di Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana. 

FONDAZIONE CINETECA ITALIANA
La prima Cineteca d’Italia compie 70 anni. Fondata da Luigi Comencini e Alberto Lattuada nel 1947, giunge a questo traguardo così importante con uno spirito quanto mai giovane e proiettato verso il futuro: il MIC - Museo Interattivo del Cinema è il luogo ad alto tasso di interattività 2.0 in cui scoprire tutti i segreti del cinema e della sua storia; il Nuovo Archivio Film, grazie alla tecnologia della realtà aumentata, è un originale modello di gamification e coinvolgimento del pubblico tra i più innovativi; le sue tre sale – Spazio Oberdan, Area Metropolis 2.0 e la sala cinematografica del MIC Museo Interattivo del Cinema – ospitano migliaia di film di qualità all’anno e continue iniziative per il pubblico giovane, il pubblico del futuro.

MATTEO CIVASCHI
Nato il 12 gennaio 1971. Folgorato dalla copertina del primo album di Van Halen, decide di “creare” grafica nella sua vita. Seguiranno anni fantastici frequentando il liceo Artistico a disegnare di tutto. Nonostante questo, il padre lo vuole medico, ma lui non molla e per dimostrare la sua tenacia vince una borsa di studio del Fondo Sociale Europeo, di conseguenza frequenta la Nuova Accademia di Belle Arti con grandi soddisfazioni. Ne nasce un percorso professionale: McCann per 10 anni, DLV BBDO per un anno e poi ancora 6 anni di McCann come direttore creativo su Gazzetta Dello Sport. Nel 2004 fonda H-57, prima come linea di abbigliamento e poi come studio di Design e Motion Graphic. Tante soddisfazioni come il progetto per la Lucasfilm “The Force of Typography”, la nascita di Shortology con 13 libri pubblicati in tutto il mondo, Leone di Cannes nella categoria design con il libro “Life in Five Seconds”, mostra allo Spazio Oberdan di Cortology e molto altro ancora.

SHORTOLOGY
Prima di tutto, c’è stato Shortology, volume basato sul meccanismo della sintesi grafica e dedicato a fatti storici e personaggi famosi. Il successo del primo libro (pubblicato in Italia da Rizzoli, e uscito anche in Gran Bretagna, Stati Uniti, Germania, Francia, Spagna e Giappone), e anche della frequentatissima pagina Facebook, ha portato alla seconda puntata, incentrata sul cinema: Filmology, pubblicato in Italia da Rizzoli, Gran Bretagna, Stati Uniti, Germania, Francia e Olanda. Il terzo goal è stato fatto con Proverbiology, che illustra, con la stessa sagace tecnica, i più popolari proverbi. Edito in Italia da Fausto Lupetti Editore, è stato pubblicato anche in Francia e Germania.   

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF
COMMENTI
 
LA MAPPA
  MOSTRE
Indicazioni stradali da: