Punti di Luce: essere una donna nella Shoah

Punti di Luce: essere una donna nella Shoah

 

Dal 08 Marzo 2018 al 28 Marzo 2018

Milano

Luogo: Memoriale della Shoah

Indirizzo: piazza Edmond J. Safra 1

Curatori: Istituto Yad Vashem

Telefono per informazioni: +39 02 2820975

E-Mail info: coordinamento.memoriale@memorialeshoah.it

Sito ufficiale: http://www.memorialeshoah.it


Comunicato Stampa:
Inaugura giovedì 8 marzo, in occasione della Giornata internazionale della donna, presso il Memoriale della Shoah di Milano, la mostra “Punti di Luce: essere una donna nella Shoah”.
 
Trenta pannelli raccontano la tragedia della Shoah dal punto di vista delle donne, le loro scelte e le loro reazioni davanti alla brutalità e alla disumana ferocia che sono state costrette ad affrontare.
 
In particolare, l’esposizione – disponibile sia in italiano che inglese - esplora nove aspetti della vita quotidiana delle donne ebree durante questo dramma: l’amore, la maternità, la cura per gli altri, la femminilità, la resistenza, l’amicizia, la fede, il cibo e l’arte, indagati nei loro significati più profondi e in relazione all’orrore del periodo più buio della nostra storia recente. A raccontare ciascuno di questi nove aspetti, alcune storie di vita personale narrate in prima persona.
 
“La presentazione di questa mostra sigla l’inizio di un’importante collaborazione tra l’Associazione Figli della Shoah e l’Istituto Yad Vashem, che grazie ad una convenzione firmata proprio in questi giorni con la Regione Lombardia, permetterà di organizzare nuove iniziative rivolte al mondo della scuola sulla didattica della Shoah” ha dichiarato Daniela Dana Tedeschi, Vicepresidente dell’Associazione Figli della Shoah.
 
“Ci sembra importante, in una data così significativa in tema di libertà ed emancipazione, ricordare e celebrare la forza e il coraggio di tutte le donne che hanno affrontato le atrocità della Shoah”, ha dichiarato Roberto Jarach, Vicepresidente della Fondazione Memoriale della Shoah di Milano. “Questa mostra ci pone degli interrogativi non solo sul passato, ma anche sul presente: gli episodi di violenza e prevaricazione che ancora ricorrono nella nostra società dimostrano che non bisogna mai smettere di educare all’uguaglianza, nel rifiuto di qualsiasi tipo di atteggiamento discriminatorio e nel rispetto della dignità e dell’identità femminile”.
 
Sarà possibile visitare l’esposizione “Punti di Luce: essere una donna nella Shoah” il lunedì dalle 9.30 alle 19, dal martedì al giovedì dalle 9.30 alle 14.30 e la prima domenica del mese dalle 10 alle 18.

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF
COMMENTI