Tiziana Pers. Caput capitis

© Ph. Umberto Santoro | Tiziana Pers, Art History/Vucciria, 2018, stampa a pigmenti su carta cotone Hahnemühle montata su dibond, cm. 80x120. Performance realizzata nell'ambito di Memoria Collettiva. Casa Spazio ospita Casa Sponge a cura di Lorenzo Calamia e Serena Ribaudo

 

Dal 27 Marzo 2019 al 26 Aprile 2019

Milano

Luogo: aA29 Project Room

Indirizzo: piazza Caiazzo 3

Curatori: Gabriela Galati

Telefono per informazioni: +39.340.9691313

E-Mail info: info@aa29.it


Comunicato Stampa:
aA29 Project Room è lieta di presentare la mostra personale di Tiziana Pers CAPUT CAPITIS.  Il progetto è stato concepito come una sola mostra divisa in due parti. Entrambe saranno inaugurate prima presso gli spazi di Milano e in seguito presso quelli di Caserta.
 
La ricerca artistica di Tiziana Pers si concentra sul biocentrismo, ed opera attraverso l’analisi e la decostruzione del colonialismo, razzismo, sessismo, capitalismo, specismo ed il dominio sulla natura. Precisamente, il titolo della mostra allude la fatto che la parola  “capitalismo” deriva dal latino caput capitis, ovvero capo di bestiame.L’oggettivazione dell’altro che produce plusvalore a partire dal lavoro, o come in questo caso, a partire dalla riproduzione forzata degli animali, costituisce la base del sistema capitalistico.
 
Più specificamente, il filo conduttore che lega tutta la sua pratica, e la mostra CAPUT CAPITISin particolare, è il suo progettoART_HISTORY, sempre in-progress.
Nelle parole dell’artista, ART_ HISTORY“consiste nello scambiare un mio dipinto con un animale che era destinato ad essere macellato: cavallo, asino, coniglio, agnello, pollo, maiale, anatra, capra, mucca, oca... a seconda del progetto. Il dipinto ha la medesima altezza o dimensioni dell’animale salvato.E non decido io chi verrà con me: il macellaio, o commerciante, o allevatore compie la scelta. Un contratto ratifica lo scambio.” In questo modo il progettoapre diversi quesiti sull'attribuzione di un valore economico ad un essere senziente così come ad un'opera d'arte e, al contempo, sulla possibilità dell'arte di interagire con il dato reale e salvare una vita.
In mostra a Milano si presenterà una selezione di opere connesse alla pratica ART_HISTORYe agli animali liberati, a partire proprio dai contratti di scambio. Tra queste ancheART_HISTORY / Vucciria(2018), azione realizzata a Palermo per Manifesta 12 (*).
ART_HISTORY  è inoltre strettamente legato all’altro progetto fondamentale della pratica dell’artista: la residenza per artisti e animal sanctuaryRAVE East Village Artist Residency, fondata insieme a sua sorella Isabella, nella quale ogni anno un artista di rilievo internazionale viene invitato a convivere con gli animali salvati e a sviluppare un progetto artistico che sia in qualche modo frutto di questa interazione.
La mostra, anche se non esaustiva, si propone di presentare la complessità di una ricerca artistica che è in gran parte azione.
 
Tiziana Pers ha studiato Lingue eLetterature Straniere, e ha sviluppato la sua ricerca di dottorato sul dialogo tra arti visive e letteratura. Tra gli ultimi eventi pubblici ricordiamo: Ex Wunderkammern, doppia personale realizzata insieme a Regina Josè Galindo e curata da Mylène Ferrand e Robert Baramov al Museo Nazionale di Storia Naturale di Sofia (BG), Art_History / Vucciria,(*) 2018,performance realizzata nell'ambito di Memoria Collettiva. Casa Spazio ospita Casa Spongea cura di Lorenzo Calamia e Serena Ribaudo / Border Crossingevento collaterale MANIFESTA 12, Palermo e la sua partecipazione con il video RAVE al progetto THE INDEPENDENT curato da Elena Motisi e NESXT, MAXXI Museo nazionale delle arti del XXI secolo, Roma.Sue opere e perfomance sono state presentate in numerosi musei ed istituzioni. Tra queste: Museo Lapidarium, Novigrad, Croazia; Seoul Biennale of Architecture and Urbanism, Corea del Sud; Drawing Madrid (aA29 Project Room)Circulo de Bellas Artes, Madrid;Musée de la Chasse et de la Nature di Parigi; PAV Padiglione Arte Vivente Torino; Museo di Storia Naturale di Trieste e Milano; Palazzo Pretorio Volterra; Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea; Italian Market Hong Kong; One Night Stand Gallery, Sofia; Prix-Pictet Palais De Tokyo Parigi; Old Police Station, Londra; 53. Biennale di Venezia e. c.; Novosibirsk State Art Museum, Russia; TriesteContemporanea, Trieste; N.Est Museo MADRE Napoli; DIFC Dubai; Dade Public Library Miami. Ha tenuto conferenze e lectures in numerose università ed istituzioni, tra cui: Museo MAXXI Roma, Politecnico di Milano, Università di Trieste e Udine, PAC Padiglione d’Arte Contemporanea di Milano, NABA Milano, Dolomiti Contemporanee, École nationale supérieure d'arts de Paris-Cergy. 

Nel contesto della mostra la aA29 Project Room presenta Pratiche di liberazione inter-species, una conversazione tra l'artista, Gabi Scardi, curatrice indipendente, critica d’arte e autrice di un testo per Caput Capitis, e Gabriela Galati, curatrice della mostra, direttrice della galleria e docente.
L'incontro avrà luogo sabato 6 aprile dalle ore 17.30.
Seguirà alle 18.30 Animal Cocktail Session.


SCARICA IL COMUNICATO IN PDF
COMMENTI