Agnese Battistuzzi Dodero. Sogni su porcellana

Agnese Battistuzzi Dodero. Sogni su porcellana

 

Dal 14 Febbraio 2019 al 24 Marzo 2019

Padova

Luogo: Palazzo Zuckermann

Indirizzo: corso Giuseppe Garibaldi

Orari: 10-19; lunedì chiuso

Curatori: Giovanni Gorini con la collaborazione di Giovanna Baldissin Molli e Alessandro Biancalana

Enti promotori:

  • Assessorato alla Cultura - Comune di Padova

Costo del biglietto: ingresso gratuito

Telefono per informazioni: +39 049 8204528

E-Mail info: tedeschif@comune.padova.it

Sito ufficiale: http://padovacultura.padovanet.it


Comunicato Stampa:
Personale di Agnese Battistuzzi Dodero, artista veneta che l’Assessorato alla Cultura del Comune di Padova presenta per la prima volta al grande pubblico. Le opere in mostra appartengono alle varie fasi di un singolare percorso artistico durato quarant’anni, che l’artista per scelta ha trascorso lontano dai riflettori e che solo ora ha deciso di svelare, scoprendo tutto il fascino delle eleganti porcellane, a cui la sua abile mano infonde nuova vita, nuova luce e nuovo significato.

In esposizione alcune tra le opere più significative e rappresentative della sua vasta produzione artistica comprendente vasi, piatti, piattini, alzate, vassoi, teiere, caffettiere, distinte in tre grandi sezioni tematiche: paesaggi, elementi vegetali, animali. Questi rappresentano i temi iconografici più cari all’artista che predilige porcellane Richard Ginori, Limoges, Hutschenreuther.
Sono esposte anche opere con raffigurazioni religiose, vedute di città e monumenti famosi.

Nel processo creativo
 – spiega l’artista - i decori non nascono a caso, ma la scelta del soggetto è sempre frutto di un attento studio, innanzitutto della forma della porcellana bianca e quindi della persona a cui è dedicato l'oggetto. Nel momento creativo, talvolta, possono anche influire i moti interiori dell’animo.

La finezza della porcellana esige un disegno preciso e pulito, per cui i temi, siano fiori, frutta, paesaggi, animali o altro, sono conseguenti a una necessaria osservazione della realtà, di libri di botanica e di zoologia, di fotografie, di testi artistici, di cartoline e di riviste a tema, anche se rielaborati.

Inaugurazione: 14 febbraio 2019 ore 17

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF
COMMENTI