Cortesie per gli ospiti. Un gallerista. La sua visione

Jason Middlebrook, Four lines, 2015. Acrilico su legno, 63,5 x 90 x 5 cm

 

Dal 04 Marzo 2017 al 12 Maggio 2017

Spoleto | Perugia

Luogo: Palazzo Collicola Arti Visive

Curatori: Luigi De Ambrogi

Enti promotori:

  • Patrocinio di Città di Spoleto
  • Unione Europea - Fondo Europeo di Sviluppo Regionale
  • Ministero dello Sviluppo Economico
  • Regione Umbria
  • Programma Operativo Regionale

Costo del biglietto: Intero € 6.50, Ridotto € 4 (dai 15 ai 25 anni). Gratuito fino a 14 anni

Telefono per informazioni: +39 0743.46434

E-Mail info: info@palazzocollicola.it

Sito ufficiale: http://www.palazzocollicola.it/


Comunicato Stampa:
Dal 4 marzo al 12 maggio 2017, Palazzo Collicola Arti Visive di Spoleto (PG) ospita il secondo appuntamento del progetto Cortesie per gli ospiti. Un gallerista. La sua visione. Un progetto espositivo, un ciclo di mostre dedicato al mondo dei galleristi privati con le loro storie, le loro scelte, le loro passioni e intuizioni.
 
La rassegna, che ha ricevuto il patrocinio della Città di Spoleto, dell’Unione Europea - Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, del Ministero dello Sviluppo Economico, della Regione Umbria, del Programma Operativo Regionale, è dedicata a Giampaolo Abbondio, fondatore e titolare della Galleria PACK a Milano.
Il percorso espositivo è curato da Luigi De Ambrogi, ex gallerista d’avanguardia, che di Abbondio è stato compagno d’avventura nella nascita dello spazio.
De Ambrogi ha selezionato 28 artisti, italiani e internazionali, che hanno legato la loro vicenda personale con quella della galleria, tra cui Matteo Basilé, Edo Bertoglio, Marìa Magdalena Campos-Pons, Alberto Di Fabio, Franko B, Robert Gligorov, Debora Hirsch, Masbedo, Andres Serrano, Robert W. O. Stone, Wainer Vaccari, che rappresentano la mappatura di 15 anni d’attività della Galleria PACK, prima nella sede storica di Foro Buonaparte 60, quasi un museo per capienza e imponenza, poi nel nuovo spazio condiviso, assieme a Federico Luger, di Viale Sabotino 22.
La rassegna è una narrazione visiva che procede per capitoli autonomi, quasi un montaggio filmico in cui la vicenda collettiva attraversa emozioni, eventi, temi di ampia portata, culture.
 
Come afferma Gianluca Marziani, curatore artistico di Palazzo Collicola, “Cortesie per gli ospiti non si tratta di un invito rivolto alla galleria ma al gallerista. È una differenza che reputo sostanziale: la galleria rappresenta uno spazio fisico, un frangente limitato, la cognizione mercantile dentro un luogo strategico; il gallerista, al contrario, rappresenta un’attitudine esistenziale e professionale, lo status tra pensiero e azione, un occhio etico che disegna una geografia estetica”.
“Il bravo gallerista - continua Gianluca Marziani - ascolta il mondo in stereofonia: da un lato le pulsioni creative con gli artisti da scoprire, le opere da privilegiare, i progetti da sostenere, le operazioni da distribuire; dall’altro le voci e le aspettative del pubblico, la critica sociale da considerare, le tendenze su cui sintonizzarsi… il vero gallerista (da non confondere con il puro mercante) è un equilibrista del pensiero creativo, un Philippe Petit che cammina sul filo teso tra due grattacieli, mantenendo un occhio sul versante della ricerca e un altro sulle regole del mercato”.
 
Il catalogo verrà presentato sabato 11 maggio, in occasione della chiusura della mostra. La presentazione avverrà alle ore 16:00 con una conversazione tra Gianluca Marziani, Luigi De Ambrogi, Giampaolo Abbondio e alcuni artisti coinvolti nel progetto.
 
Galleria PACK è stata fondata nel 2001 con l’intento di offrire al pubblico una programmazione ambiziosa, incentrata sulla produzione di artisti emergenti e maggiormente affermati. Le opere finora esposte svelano un orientamento leggibile: da un lato, l’interesse per il corpo nelle sue varie rappresentazioni e manifestazioni; dall’altro, l’esperienza fisica di grandi installazioni che coinvolgono lo spettatore in realtà sensoriali diverse; da un altro ancora, una particolare attenzione per i nuovi media, spaziando dalla creazione tramite nuove tecnologie alla complessa struttura delle videoinstallazioni. Galleria PACK considera essenziale l’aspetto produttivo di ciò che viene mostrato, portando avanti, assieme agli artisti, ambiziosi progetti multiformi, installazioni, opere video e performance. La collaborazione con curatori italiani ed esteri soddisfa, infine, una volontà di collocare l’attività nel flusso degli scambi interculturali e pluridisciplinari, attivando una componente critica che trova continuità in una serie di pubblicazioni. Nel 2009 Galleria PACK vanta la partecipazione di tre artisti della sua scuderia alla 53° Biennale di Venezia: Matteo Basilè e Masbedo hanno esposto presso il Padiglione Italia, curato da Luca Beatrice e Beatrice Buscaroli, mentre Andrei Molodkin ha esposto presso il Padiglione Russo, curato da Olga Sviblova. Nel 2005 la Galleria, con la cura di Gianluca Marziani, ha realizzato “My Rome”, performance corale dell’artista Zhang Huan presso i Musei Capitolini; “Family Tree”, opera dell’artista cinese, è stata poi acquisita dal Centre Pompidou di Parigi e inserita nella sua collezione permanente. Galleria PACK è presente in numerose fiere d’arte contemporanea nazionali (Arte Fiera, Miart) e internazionali (Scope Basel, Art Miami, Berliner Liste, Art Moscow, Beirut Art Fair, Crossroads). È  del 2013 la partecipazione di Marìa Magdalena Campos-Pons al Padiglione di Cuba della 55°Biennale di Venezia. Nel 2015 la galleria si è trasferita nella nuova sede in viale Sabotino 22 presso SPAZIO 22.
 
Elenco artisti:
Matteo Basilé, Peter Belyi, Simone Bergantini, Edo Bertoglio, Yannis Bournias, Marìa Magdalena Campos-Pons, Pablo Candiloro, Ofri Cnaani, Gianni Colosimo, Nicola Di Caprio, Alberto Di Fabio, Franko B, Robert Gligorov, Fathi Hassan, Debora Hirsch, Zhang Huan, Oleg Kulik, Miltos Manetas, Masbedo, Jason Middlebrook, Bartolomeo Migliore, Andrei Molodkin, Marco Neri, Marina Paris, Giuseppe Pietroniro, Andres Serrano, Robert W. O. Stone, Wainer Vaccari.

Inaugurazione: sabato 4 marzo ore 12
Orari: dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 17.30. Chiuso martedì


SCARICA IL COMUNICATO IN PDF
COMMENTI
 
LA MAPPA
  MOSTRE
Indicazioni stradali da: