M’Arte 2017 - La natura delle cose

Lino Strangis, Rivelazione Antropo Eccentrica

 

Dal 01 Giugno 2017 al 02 Luglio 2017

Pomarance | Pisa

Luogo: Sedi varie

Indirizzo: sedi varie

Curatori: Eleonora Raspi

Enti promotori:

  • Pro Loco Montegemoli

Costo del biglietto: gli eventi sono ad ingresso gratuito

Telefono per informazioni: +39 328.9364553

E-Mail info: atp.montegemoli@libero.it

Sito ufficiale: http://www.marte-montegemoli.it


Comunicato Stampa:
Arrivano da tutta Italia ma anche dall'Australia, gli artisti che abiteranno “artisticamente” i borghi dell’Alta Val di Cecina (Pi): Pomarance, Volterra, Montegemoli, Querceto e Larderello dal 1 giugno al 2 luglio. Installazioni e opere di arte contemporanea, video e fotografie esposti in spazi privati, chiese, chiostri, musei, strade e piazze. E’ questa la sesta edizione  di “M’Arte.

Montegemoli Arte”, dal titolo  “La natura delle cose” presentato oggi in una conferenza stampa a Pisa. Un progetto di arte contemporanea, curato da Eleonora Raspi, a cadenza biennale ideato e promosso dalla Pro Loco Montegemoli, con la collaborazione di Accademia Libera Natura e Cultura di Querceto, che mette insieme le  suggestioni paesaggistiche, naturali e monumentali di questa parte di Toscana e i suoi abitanti con gli interventi  di un gruppo di artisti, critici e professionisti del mondo dell'arte.

Gli artisti sono: Alessandro Amaducci (Torino, 1967), Laura Cionci (Roma, 1980), Lino Strangis (Lamezia Terme, 1981); Eleonora Manca (Lucca, 1978), Franco Menicagli (Campiglia Marittima, 1968), Tom Mùller (Basilea 1975). Poi il curatore Maurizio Marco Tozzi, il  critico e storico dell'arte  Christian Caliandro; il filosofo co-fondatore della piattaforma di ricerca Waiting Posthuman Leonardo Caffo (Catania, 1988) e la fotografa Marta Marinotti (Venezia, 1994). Dal carattere fortemente  interdisciplinare, “M’Arte” si concretizza in una residenza per  artisti e una mostra itinerante di installazioni, video-installazioni, fotografia, pittura e scultura, arricchita da un cartellone ricco di eventi collaterali come dibattiti, performance, teatro, musica, degustazioni e laboratori rivolti a scuole e famiglie.

Si comincia venerdì 2 giugno alle ore 18 all'interno delle Scuderie e le sale del Museo Casa Bicocchi di Pomarance con la mostra “Rivelazione antropoeccentrica” di Lino Strangis a  cura di Maurizio Marco Tozzi. Tre videoinstallazioni che si presentano al pubblico come una grande opera totale con la quale condividere un'esperienza completa ed emozionate: immagini che catturano e avvolgono lo spettatore in un mondo incantato, spesso onirico, che ritraggono una ricerca risolutiva alla diffusa crisi sociale che l'individuo vive quotidianamente.
A Montegemoli, cuore pulsante della rassegna, gli artisti svilupperanno lavori totalmente site specific interessando tutto il borgo.
L’inaugurazione sabato 3 giugno dalle ore 18 in Piazza del Casalino seguita dall’installazione visiva dell’artista svizzero, ma che da anni vive e lavora in Australia, Tom Mùller dal titolo “Floating Castle”. Un lavoro di grande suggestione realizzato da luci e macchine di fumo capaci di produrre vapore acqueo di color magenta che per tutti i we della manifestazione, dalle 18 alle ore 24, avvolgerà il borgo dando l'impressione di farlo volare tra le nuvole. 
Tra le  altre opere che invaderanno il borgo di Montegemoli l'intallazione visiva e sensoriale di Laura Cionci che mette insieme, nel vecchio forno del paese, noto anche per la produzione del famoso pane di Montegemoli,  i ritratti fotografici di 40 abitanti di Montegemoli con una raccolta di piante e fiori locali in modo di aggiungere all'immagine profumi e odori naturali. Franco Menicagli propone invece una installazione di arte povera in un garage, Eleonora Manca una mostra di immagini sul tema della memoria allestita nel vecchio lavatoio, l’installazione del videomaker Alessandro Amaducci formata da sequenze di fotografie e video single-screen che troverà posto invece in una vecchia stalla stalla.  Montegemoli sarà inoltre la sede principale degli eventi collaterali come incontri con le  associazioni, tavole rotonde, degustazioni, spettacoli e concerti ( dal 3 al 4 giugno).
Tra questi eventi domenica 4 giugno lo spettacolo teatrale “Alabastrai, storie di alabastro e anarchia”con Gianni Calestri e del Teatro di Nascosto. Uno spettacolo realizzato sulle storie vere degli alabastrai volterrani. Il Castello  di  Querceto ospita la residenza che vedrà la nascita  di  sinergie  tra  artisti,  creativi,  organizzatori  e  gli studenti  del  Liceo  Artistico  di  Volterra.
Sempre tra gli eventi collaterali a Larderello il Museo della Geotermia ospiterà dal 1 giugno – inaugurazione alle 11.30 -  l’istallazione dei lavori realizzati dagli studenti delle scuole  secondarie  di  primo  grado  dell’Istituto  Comprensivo  Tabarrini  di  Pomarance. I sotterranei e il chiostro della Pinacoteca  Civica  di  Volterra ospiteranno  una mostra collettiva con opere  degli  stessi  artisti  di  “M’arte”, vernissage giovedì 8 giugno ore 18. La manifestazione si  concluderà  domenica  2  luglio  a  Montegemoli  con  la  presentazione  del catalogo a cura dello studio grafico Liligutt di  Milano  (Paolo Benvenuto e Mattia Sincinelli). “Da sempre - spiega la curatrice Eleonora Raspi - M’Arte coinvolge profondamente gli abitanti di questi luoghi.  Questa edizione invita i suoi protagonisti a riflettere e lavorare sulla parola “natura”, intesa  come  contenitore  di  significati  e  suggestioni. 
Liberamente ispirato al testo lucreziano "De rerum natura", tale titolo si apre per essere affrontato da più prospettive - ora ecologica, scientifica, filosofica, religiosa o politica – e vuole suscitare una riflessione sulla realtà che ci circonda  attraverso  la  lente dell’arte contemporanea e della cultura. “Una manifestazione che cresce ad ogni edizione – ha sottolineato Sonia Zagaglia presidente dell'associazione Pro Loco Montegemoli – e che ogni volta propone novità e che si integra sempre di più con il territorio. In particolare è molto importante  la partecipazione delle scuole che ci qualifica e soddisfa”. “M'Arte è una rassegna che non viene calata dall'alto – ha detto Ilaria Bacci assessore alla cultura del Comune di Pomarance – ma coinvolge tutto il comune e soprattutto i nostri cittadini. Ci fa poi molto piacere che la rassegna si allarga sul territorio coinvolgendo nuove realtà e stimolando altre esperienze artistiche legate all'arte contemporanea e rivitalizzando il nostro tessuto sociale”. “Ogni due anni assistiamo a questo vero e proprio miracolo a Montegemoli – ha commentato Ursula Vetter dell'Accademia Libera Natura e Cultura – un borgo che grazie all'arte contemporanea capace di guardare sempre più avanti. Durante i giorni dell'inaugurazione saranno presenti anche molti giornalisti della stampa specializzata e nazionale e questo ci riempie di orgoglio perchè valorizza il nostro lavoro e soprattutto il territorio”. 

Enel Green Power è il main sponsor di “M’Arte 2017. Montegemoli Arte” che si avvale anche dei contributi di Fondazione Cassa di Risparmio di Volterra e Comune di Pomarance.
Il Patrocinio sempre del Comune di Pomarance e dei Comuni di Volterra e Montecatini Val di Cecina, Provincia di Pisa e Regione Toscana con il supporto dell’Associazione Turistica Volterra Val di Cecina.

Orari mostre: Montegemoli venerdì, sabato e domenica dalle ore 17 alle ore 21; Museo della Geotermia a Larderello tutti i giorni dalle 9.30 alle 18.30; Museo Casa Bicocchi a Pomarance venerdì, sabato e domenica dalle ore 16 alle 20, Pinacoteca Civica Volterra tutti i giorni dalle 9 alle ore 19.

PROGRAMMA IN ALLEGATO

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF
COMMENTI