Animatime

Mela Zeta, Ginevra Bompiani

 

Dal 07 Marzo 2017 al 24 Marzo 2017

Roma

Luogo: Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea

Costo del biglietto: ingresso gratuito

Telefono per informazioni: +39 06 3229 8221

Sito ufficiale: http://lagallerianazionale.com


Comunicato Stampa:
Continua la riflessione sul tema del tempo non lineare, che procede per contrazioni ed espansioni, per accelerazioni e rallentamenti. La Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea presenta Animatime, un approfondimento delle tematiche messe in campo dalla mostra Time is Out of Joint

Da marzo a novembre 2017 una serie di incontri, tavole rotondepresentazioni di libridibattiti e concerti dà voce alle declinazioni di una nuova idea di tempo che si ritrova in tutte le arti: nella poesia, nella letteratura, nella musica, luoghi dove è più semplice mettere in discussione l’idea di consequenzialità del tempo.
 
Animatime racconta molte idee di tempo chiamando a raccolta importanti nomi della letteratura, della filosofia e della musica che, con temi di grande attualità, lavorano sul tempo disarticolato.
 
A segnare l’esordio di Animatime il 7 marzo è La seconda occasione. Mela Zeta, dal titolo del libro di Ginevra Bompiani (Nottetempo): la combinazione dei tasti mela zeta permette, infatti, una cancellazione, una riscrittura che è sempre possibile, ma che, in verità, lascia una traccia continua. «Mela Zeta – sottolinea l’autrice – è la combinazione di due tasti che permette di tornare indietro e cancellare o recuperare ciò che sembrava perduto. Questo tasto nella vita purtroppo non esiste, ma memoria e scrittura danno ai grandi momenti e ai grandi incontri del passato una seconda occasione».
 
L’11 marzo Lea Vergine presenta il suo libro L’arte non è faccenda di persone perbene (Rizzoli): l’autrice assume la scrittura come mezzo per ripercorrere l’arte come pratica e scoprire un tempo ancora una volta dissestato che l’esperienza di vita dell’arte configura come una continuità altra.
 
Il 24 marzo Liliana Rampello tiene una Lectio Magistralis sul tempo di Virginia Woolf, della quale è studiosa appassionata e a cui ha dedicato molte delle sue lezioni universitarie e diversi testi, primo tra tutti Il canto del mondo reale. Virginia Woolf, la vita nella scrittura (il Saggiatore, Milano 2012, 1° ed. 2005). Rampello offre un punto di vista nuovo e originale rispetto alla scrittrice britannica, figura chiave del pensiero femminile. Scegliendo, infatti, l’approccio ermeneutico proprio della filosofia della differenza, propone un’interpretazione di Woolf incentrata sull’amore per la vita e sulla dimensione emotiva dell’esistenza.
 
Animatime è lo spazio dell’anima che gioca con il tempo; è l’ambiente in cui nasce la novità creata dall’intreccio dei dialoghi e delle voci narranti; è il rincorrersi di attimi generati dal potere evocativo della parola, unica e preziosa di ogni ospite coinvolto; è il luogo della ricerca multiforme e sfaccettata che, grazie ad alcune grandi personalità della cultura contemporanea lascia essere le potenzialità concettuali insite in Time is Out of Joint.

Sala delle Colonne ore 18 - 19.30

Martedì 7 marzo La seconda occasione. Mela Zeta di Ginevra Bompiani.
Conversano con l’autrice Annarosa Buttarelli e Vittorio Lingiardi
 
Sabato 11 marzo L’arte non è faccenda di persone per bene di Lea Vergine.
Conversa con l’autrice Andrea Viliani
 
Venerdì 24 marzo Virginia Woolf. Il tempo nell’immagine.
Lectio magistralis di Liliana Rampello
 

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF
COMMENTI
 
LA MAPPA
  MOSTRE
Indicazioni stradali da: