Fotciencia13

Fotciencia13

 

Dal 01 Marzo 2018 al 08 Aprile 2018

Roma

Luogo: Museo di Roma in Trastevere

Indirizzo: piazza Sant'Egidio 1/b

Orari: Da martedì a domenica ore 10.00 - 20.00. Chiuso lunedì. La biglietteria chiude alle ore 19.00

Enti promotori:

  • Roma Capitale
  • Assessorato alla Crescita culturale - Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali
  • Oficina Culturale Embajada de España

Costo del biglietto: Tariffe non residenti: Intero: € 6,00 Ridotto: € 5,00 Tariffe residenti: Intero: € 5,00 Ridotto: € 4,00 gratuito per le categorie previste dalla tariffazione vigente

Telefono per informazioni: +39 060608

Sito ufficiale: http://www.museodiromaintrastevere.it


Comunicato Stampa:
L’esposizione raccoglie le fotografie vincitrici della tredicesima edizione del Certamen nacional de fotografía scientífica (organizzato dal Consejo Superior de Investigaciones Científicas - CSIC e dalla Fundación Española para la Ciencia y Tecnología - FECYT in collaborazione con la Fundación Jesús Serra ) ed altre scelte tra le oltre settecento ricevute.

Le tematiche delle immagini esposte sono la scienza e la tecnologia. Le fotografie sono relazionate con la ricerca scientifica e la sua applicazione tecnologica ed industriale, raffigurando l'oggetto di studio dell'attività scientifica, le persone che la realizzano, i suoi strumenti e le installazioni o tecnologie risultanti dal progresso scientifico.
L'obiettivo di Fotciencia13 e dell'Ufficio Culturale dell'Ambasciata di Spagna in Italia è quello di incrementare l'interesse verso la conoscenza scientifica tramite l'arte ed avvicinare, in tal modo, la gente alla scienza attraverso una visione artistica ed estetica delle immagini esposte. L'iniziativa vuole inoltre promuovere, tra le comunità scientifiche, l'importanza di divulgare il proprio lavoro all'intera società.

Gli autori della fotografia vincitrice del primo premio, Cosa nasconde la mano di un bambino?, fotografarono l'impronta della mano di una bambina di sei anni su una Piastra di Petri. L'immagine, scattata dopo aver lasciato la piastra incustodita a 28 gradi per due giorni, mette in evidenza la presenza di colonie di lieviti ed una gran diversità di colonie batteriche di diverse forme e tonalità. L'obiettivo era quello di dimostrare agli alunni di una scuola pubblica di Salamanca l'importanza di lavarsi le mani e che la presenza di microrganismi sulla nostra pelle è qualcosa di abituale.

In Italia lavorano oltre 200 scienziati in importanti centri come l'Ispra o la Escuela Española de Historia y Arqueología en Roma (EEHAR) del CSIC. Inoltre, da più di un anno, esiste l'Associazione di Ricercatori Spagnoli nella Repubblica Italiana (ASIERI) che dirige con ottimi risultati Isabel Nogués.

Tutti gli eventi, in corso o in programma, che formano parte della programmazione culturale spagnola in Italia si possono trovare nel portale www.piazzadispagna.es.

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF
COMMENTI