Lorenzo Puglisi. Popolo e Memoria

Opera di Lorenzo Puglisi

 

Dal 31 Ottobre 2019 al 21 Novembre 2019

Torino

Luogo: Copernico Torino Garibaldi

Indirizzo: corso Valdocco 2

Curatori: Luca Beatrice

Telefono per informazioni: +39 011 19721200

E-Mail info: art@coperni.co

Sito ufficiale: http://www.coperni.co


Comunicato Stampa:
Biellese di nascita, bolognese d’adozione, Lorenzo Puglisi è uno tra gli artisti italiani delle generazioni recenti che si è messo in evidenza per un lavoro estremamente personale, dalla cifra stilistica subito riconoscibile che testimonia la sua ricerca pittorica in costante evoluzione. Puglisi espone per la prima volta a Torino, nella splendida cornice barocca del palazzo progettato da Filippo Juvarra durante il suo soggiorno sabaudo, già sede del quotidiano “La Gazzetta del Popolo”, un giornale molto amato dai piemontesi, oggi sede di Copernico Torino Garibaldi.
 
I dipinti dialogano, dunque, con lo spazio aulico. Nel grande salone all'ingresso, al centro, ecco il tema della Natività di 300x200cm; alle pareti laterali due quadri di 200x150cm, dedicati a Matteo e l'angelo e La Misericordia. L’ispirazione viene ancora una volta da Caravaggio, maestro del realismo, del nero, dei toni violenti. Da segnalare, inoltre, al piano superiore del palazzo, un Narcissus e un’Ultima cena su tavola, per proseguire con alcuni Ritratti e la Crocifissione. Dipinti misteriosi ed enigmatici, densi di volti e di frammenti visivi che rimandano alla memoria e ai suoi dettagli. La pittura ha un tempo, la storia un altro, e qui magicamente si incontrano.  

Ideato e curato da Giorgia Sarti – fondatrice di diverse Gallerie d’arte tra cui Whitelight Art Gallery, nata proprio tra le mura di Copernico Milano Centrale – “Art Journey” è un percorso che si sviluppa nell’organizzazione di mostre, eventi e iniziative culturali che contaminano tutti gli spazi di Copernico e accompagnano ogni momento vissuto dalla sua community e non solo.
Copernico amplia così gli orizzonti dell’esperienza lavorativa quotidiana aprendo i suoi spazi all’arte e alla cultura e creando un dialogo diretto con il mondo del business e delle imprese.

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF
COMMENTI