A tu per tu. Mauro De Carli e Piermario Dorigatti

A tu per tu. Mauro De Carli e Piermario Dorigatti

 

Dal 23 Marzo 2019 al 12 Maggio 2019

Trento

Luogo: Galleria Civica Trento

Indirizzo: via Belenzani 44

Orari: da martedì a domenica 10-13 / 14-18. Lunedì chiuso

Curatori: Margherita de Pilati

Enti promotori:

  • Provincia autonoma di Trento
  • Comune di Trento
  • Comune di Rovereto

Costo del biglietto: Intero 2 €. Gratuito: ragazzi fino a 14 anni, Mart Membership e scolaresche, soci o tesserati di enti convenzionati, Amici dei Musei convenzionati, ICOM, AMACI, CIMAM, Museum Pass Trento Rovereto Città di Culture, disabili (con accompagnatore per chi lo necessita), guide turistiche (in attività professionale), capigruppo e insegnanti accompagnatori di scolaresche, giornalisti (con tessera professionale), forze dell’ordine, professionisti settore Beni e Attività Culturali

Telefono per prevendita: 800 397760

Telefono per informazioni: 39 0461 985511

E-Mail info: civica@mart.tn.it

Sito ufficiale: http://www.mart.tn.it


Comunicato Stampa:
Il Mart propone, dal 23 marzo al 12 maggio 2019, la doppia personale dello scultore Mauro De Carli (1944-2008)edel pittore Piermario Dorigatti (1954), dapprima maestro e allievo e poi amici e colleghi. 
È nel filo conduttore che lega la scultura di Mauro De Carli alla pittura di Piermario Dorigatti che la mostra trova la trama del proprio racconto
 
De Carli frequenta all’Accademia di Brera i corsi di uno dei più importanti scultori italiani del Novecento, Marino Marini. Incentrata sulla figura umana, intrisa della lezione dei grandi maestri moderni e contemporanei da Auguste Rodin ad Alberto Giacometti, la sua opera può essere considerata una sintesi fra scultura, pittura e disegno
 
Nel suo studio si forma Dorigatti, classe 1954, che negli anni Novanta si diploma in pittura presso la stessa Accademia. Le opere appaiono caratterizzate dall’importanza del segno e della materia cromatica
 
L’opera del maestro è rappresentata da una selezione di lavori realizzati in gesso, bronzo e cemento tra gli anni Settanta e i primi Duemila
“La scultura di Mauro De Carli esprime la propria forza e originalità in uno spazio infinitesimale, lo stesso intervallo fisico, indisponibile e impalpabile, che divide le due facce di un foglio di carta. Dentro e fuori, colore e materia, espressione e sospensione sono le forze che entrano in gioco in quello spazio intangibile che è la superficie scultorea
modellata da De Carli. È complesso trovare termini di paragone, specialmente in altri scultori della sua generazione, soprattutto quando ci occupiamo delle opere in gesso e cemento. Quel diaframma infinitamente sottile che rende pulsante la superficie delle sculture diviene metafora della minima distanza fra l’opera grafica e quella plastica dell’artista.” con queste parole inizia il testo in catalogo del curatore Gabriele Lorenzoni,responsabile ADAC.
 
Di Dorigatti vengono esposti dipinti eseguiti perlopiù nell’ultimo anno appositamente per la mostra
Scrive in catalogo la curatrice Margherita de Pilati, responsabile Galleria Civica: “Piermario Dorigatti è un pittore, nel senso classico del termine, di quelli che oggi non se ne trovano quasi più. Quando realizza un dipinto parte sempre dal disegno e inizia poi la sua stratificazione, fatta di pensieri, dubbi, riflessioni, ripensamenti. E disegna, disegna, disegna… e poi inizia a prendere in mano il pennello e ricomincia tutto da capo. Ogni giorno mi manda nuove immagini. Io penso che sia un nuovo dipinto per la mostra. E che l’immagine che ricevo il giorno successivo sia un nuovo dipinto ancora, e così via per settimane. Poi scopro che il dipinto è sempre lo stesso. Strati di disegni, strati di pittura, strati di pensieri”.
 
Mauro De Carli
(Trento 1944 - Terlago 2008)
Compie gli studi presso l’Istituto d’Arte “Alessandro Vittoria” di Trento per iscriversi poi all’Accademia di Belle Arti di Brera, dove segue i corsi di scultura di Marino Marini. Dopo aver conseguito il diploma, si impegna come assistente alla cattedra di ornato e modellato presso il Liceo Artistico di Brera e avvia collaborazioni con artisti di livello internazionale, tra cui lo stesso Marino Marini, che lo conduce con sé a Forte dei Marmi nel 1968 per assisterlo nella realizzazione di alcune sculture. Prosegue nel percorso di formazione frequentando i corsi di incisione di Luciano Devita. 
Dal 1971 è docente di incisione alla scuola di pittura di Lissone, diretta da Gino Meloni, con il quale stringe un rapporto di amicizia e collaborazione. 
Nel 1977 si trasferisce a Trento, dove fonda una libera scuola di pittura, il Circolo Culturale “La Finestra”. 
Dal 1984 si dedica all’insegnamento di discipline plastiche all’Istituto d’Arte “Alessandro Vittoria”, ritirandosi nel 1996.
 
Piermario Dorigatti 
Nato a Trento nel 1954, vive e lavora tra Milano e Bologna. Nel 1977 è tra i fondatori, insieme allo scultore Mauro De Carli, del Circolo Culturale “La Finestra” di Trento, dove insegna discipline pittoriche e tecniche grafiche sino al 1983. 
Nel 1989 si trasferisce a Milano, dove frequenta l’Accademia di Belle Arti di Brera diplomandosi in pittura. 
Dal 1998 è docente di tecniche pittoriche, incisione, grafica d’arte presso le Accademie di Belle Arti di Reggio Calabria, Milano (Brera), Frosinone, Bologna e Firenze, dove tutt’ora insegna. 
Nel 1982 allestisce la sua prima mostra personale al Palazzo Pretorio di Trento. È l’avvio di un’attività espositiva che lo vede protagonista di innumerevoli rassegne personali e collettive in Italia (Milano, Venezia, Roma, Piacenza, Catania, Varese, Bolzano, Trapani, Trento, Albissola, Chiavari) e all’estero (Lugano, Inzlingen, Hannover, Ravensburg, Girona, Tokyo).

 

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF
COMMENTI