H2O for Peace – iPhoneography for Human Rights

© Giancarlo Beltrame

 

Dal 17 Giugno 2017 al 17 Giugno 2017

Rovereto | Trento

Luogo: Fondazione Opera Campana dei Caduti

Indirizzo: Localita' Valscudella


Comunicato Stampa:
17 giugno, ore 11.00: c’è grande attesa per conoscere i nomi dei vincitori di H2O for Peace – iPhoneography for Human Rights che verranno annunciati a Rovereto sabato 17 giugno alle 11 presso la Fondazione Opera Campana dei Caduti. In questa occasione verranno proiettate tutte le foto finaliste e, ovviamente, quelle dei vincitori, per l’occasione trasformate in un videoclip multimediale con le musiche di Marco Testoni eseguite dal gruppo art-jazz Pollock Project. A fianco al Reggente Professor Alberto Robol saranno presenti il Presidente della Giuria Andrea Bigiarini, l’ideatore dell’iniziativa Marco Di Battista.
 
H2O for Peace, infatti, è il concorso fotografico internazionale realizzato e promosso dalla Fondazione Opera Campana dei Caduti in collaborazione con il NEM – New Era Museum per sensibilizzare sul tema dell’Acqua strumento per la Pace e di armonia fra i Popoli, come da suggerimento dell’ONU lanciato in occasione della Giornata mondiale dell’acqua. Oltre 200 le immagini pervenute, oltre 8000 gli iPhoneografi raggiunti, qualche migliaio gli appassionati coinvolti. Questi i numeri di questa prima edizione di un contestche ha chiesto alla vasta platea del popolo dei Social di riflettere su un abbinamento concettuale importantissimo ai fini di una sensibilizzazione sul valore dell’Acqua secondo le indicazioni dell’Onu: l’acqua è vita, linfa vitale. È IL Diritto più vicino a quello alla Vita. La condivisione degli approvvigionamenti di questa linfa richiede dialogo fra i popoli, circolazione di risorse.
 
Per questa campagna di sensibilizzazione, insomma, si è scelta l’arte che più di ogni altra oggi è sinonimo di condivisione: iPhoneography, ovvero quell’arte, democratica e diffusa, di realizzare immagini con il proprio smartphone e di condividerle attraverso internet e i social network. Le enormi potenzialità di quest’arte la rendono il mezzo ideale per concentrare la creatività di tutto il mondo su un tema forte come il diritto all’acqua. Un’arte che, nata dal mondo dei Social, è attualmente studiata e oramai riconosciuta per il suo valore e per la sua potente democraticità anche negli ambienti fotografici tradizionali.
 
Presidente di Giuria del concorso Andrea Bigiarini (fotografo), ideatore e fondatore del Nem. Al suo fianco: Marco Di Battista (giornalista), Giancarlo Beltrame (giornalista), Dilshad Corleone (fotografo), Davide Capponi (fotografo).

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF
COMMENTI