Manu propria. Il segno calligrafico come opera d'arte

Carla Accardi, Labirinto con settori (Bianconerorosso), dettaglio, 1958. Mart, Deposito da collezione privata

 

Dal 15 Giugno 2018 al 30 Settembre 2018

Rovereto | Trento

Luogo: Casa d'Arte Futurista Depero

Indirizzo: via dei Portici 38

Orari: Martedì - Domenica 10-18. Lunedì chiuso

Curatori: Nicoletta Boschiero, Duccio Dogheria

Costo del biglietto: Intero: 7 €, Ridotto: 4 €, Gratuito ragazzi fino a 14 anni, Mart Membership e scolaresche

Telefono per informazioni: +39 0464 431813

E-Mail info: info@mart.trento.it

Sito ufficiale: http://www.mart.tn.it


Comunicato Stampa:
La scrittura come forma pittorica ha assunto una posizione di spicco nelle pratiche artistiche del Novecento. Nella seconda metà del secolo diventano sempre più intense le relazioni tra artisti e poeti, le contaminazioni tra i linguaggi, le stratificazioni di immagini e parole. 

Tra operemanifestiedizioni sperimentali e documenti d’archiviola mostra esplora l’uso estetico del segno calligrafico attraverso cinquant’anni di storia dell’arte: dall’esperienza pittorica di Gastone Novelli e Achille Perilli agli alfabeti dipinti di Carla AccardiGiuseppe Capogrossi e Antonio Sanfilippo, fino alle ricerche verbo-visuali di artisti come Ugo Carrega e Ben Vautier.

Opening venerdì 15 giugno dalle ore 18 alle ore 20  

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF
COMMENTI