Robert Wilson per Villa Panza

© RW Work, Photo by Julian Mommert | Robert Wilson, Lady Gaga: Mademoiselle Caroline Rivière, 2013

 

Dal 04 Novembre 2016 al 15 Ottobre 2017

Varese

Luogo: Villa e Collezione Panza

Curatori: Noah Koshbin

Enti promotori:

  • FAI – Fondo Ambiente Italiano
  • Con il patrocinio di Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo
  • Regione Lombardia
  • Provincia di Varese
  • Comune di Varese

Sito ufficiale: http://www.fondoambiente.it


Comunicato Stampa:
Dal 4 novembre 2016 al 15 ottobre 2017 il FAI – Fondo Ambiente Italiano presenta, a Villa e Collezione Panza a Varese, la mostra Robert Wilson per Villa Panza a cura di Noah Koshbin, curatore dei progetti espositivi dello Studio Wilson e Anna Bernardini, direttore del museo di Villa Panza.
L’artista americano ha progettato per il FAI una mostra densa e complessa che si muove all’interno e all’esterno della villa, attraverso tematiche e capitoli corrispondenti a opere e tipologie di lavori differenti, alcuni pensati e realizzati proprio per questa occasione.

56 i Video Portraits esposti a Villa Panza, sorta di tableau vivant in lenta mutazione davanti agli occhi dello spettatore che offrono una versione cinematica di un momento iconico tratto dalla storia dell’arte e del teatro. Tra questi il poderoso e ipnotico nucleo di Lady Gaga, per la prima volta esposto in Italia, dove il volto della cantante si fonde a quello di Mademoseille Rivière, ritratta da Jean-Auguste Domenique Ingres nel 1806 o nella testa di Giovanni Battista offerta su un vassoio nella rappresentazione di Andrea Solari del 1507 o ancora nel corpo di Marat nella Morte di Marat di Jacques-Louis David del 1793, fino ad arrivare all’erotico video Flyingdove Lady Gaga viene ritratta da Bob Wilson durante la pratica bondage di tradizione giapponese Shibari.
 
Altri video, allestiti in equilibrio e armonia con gli spazi della villa, presenteranno personaggi famosi del mondo dell’arte e dello spettacolo, oltre ad animali. Come la lezione di anatomia ispirata al dipinto di Rembrandt, in cui il “cadavere” - l’attore Robert Downey Jr. – comunica con un impercettibile movimento degli occhi che sta assistendo alla dissezione del proprio corpo. O Gao XingJian, il primo scrittore di origine cinese a essere stato insignito del Premio Nobel per la letteratura, che porta come stimmate la scrittura sul proprio volto che dichiara a tutti come “la solitudine è condizione necessaria della libertà”. E ancora Roberto Bolle, Marianne Faithfull, il soprano Renée Fleming; Amleto, Ofelia ed Elettra prendono vita grazie alla voce dell’artista e si trasformano nella bellezza di ebano della pantera nera Ivory.
Il video ritratto per Wilson è una macchina tattile, visiva e sonora, un’opera totale che trasforma il monitor in un teatro portatile e che attraverso la tecnica dello slow motion destruttura i confini del tempo e dello spazio.
 
Si entrerà poi nella Fiaba, prodotta e realizzata in occasione di questa mostra e ispirata alla favola di Italo Calvino “Comare Volpe e Compare Lupo” (Fiabe Italiane, 1954): protagonisti il lupo, la volpe e l’agnello come attori di una pièce teatrale.
 
Luci e suoni sorprenderanno il visitatore anche nel parco dove con il site specific House for Giuseppe Panza l’artista americano rende omaggio al collezionista Giuseppe Panza di Biumo. L’installazione entrerà a far parte della Collezione permanente di Villa Panza ed è stata progettata da Robert Wilson in asse con l’architettura storica della Villa quasi a creare un cortocircuito in dimensione antiromantica.
 
Il progetto espositivo è reso possibile grazie al prezioso sostegno di JTI (Japan Tobacco International), che dal 2012 affianca la Fondazione nella realizzazione di grandi mostre volte a valorizzare e promuovere il patrimonio culturale di Villa e Collezione Panza.
 


SCARICA IL COMUNICATO IN PDF
COMMENTI
 
LA MAPPA
  MOSTRE
Indicazioni stradali da: