Scavi di Ercolano

Napoli, Corso Resina 187

 
  • Indirizzo: corso Resina 187
  • E-Mail: pompei.info@beniculturali.it
  • Telefono: +39 081 8575347
  • Apertura: dal 1 aprile al 31 ottobre: 9 - 19.30 (ultimo ingresso ore 18)
    dal 1 novembre al 31 marzo: 9.00 - 17.00 (ultimo ingresso ore 15.30)
    Giorni di chiusura: 1 Gennaio, 1 Maggio, 25 dicembre
  • Costo: intero € 11, ridotto € 5,50 (validità 1 giorno)
    ingresso unico per i 5 siti: Pompei, ercolano, oplonti, Stabia (l'ingresso alle Ville di Stabia è libero), Boscoreale (validità 3 giorni consecutivi e solo per 1 ingresso/visita per sito): intero: € 22; ridotto: € 12

    Gratuito ogni prima domenica del mese
  • Trasporti: circumvesuviana: linee napoli-Sorrento, napoli - Poggiomarino,  napoli-Torre annunziata (fermata ercolano)
 
DESCRIZIONE:
L’antica città romana di Herculaneum, dall’eroe greco Ercole, fu distrutta durante l’eruzione del Vesuvio del 79 d.C. Diversamente da Pompei, che subì una terribile pioggia di ceneri e lapilli, Ercolano fu completamente sommersa da uno strato di lava mista a fango che arrivò ad uno spessore massimo di 25 metri. I primi ritrovamenti avvennero casualmente nel 1709, per opera di Emanuele Maurizio di Guisa-Lorena, duca d’Elbouef, ma solo a partire dal 1738, per ordine di Carlo di Borbone, vennero cominciati scavi regolari.
COMMENTI
Mappa