Gli appuntamenti da non perdere sul piccolo schermo

La settimana dell'arte in tv, dai tesori della Royal Collection al Palazzo Ducale di Urbino

Urbino, il cortile d'onore di Palazzo Ducale I Foto Claudio Ripalti I Courtesy Galleria Nazionale delle Marche
 

Francesca Grego

28/03/2022

Dal Rinascimento al contemporaneo, documentari e serie a puntate raccontano i grandi dell’arte. Accanto alla grande pittura di Raffaello e Parmigianino, troveremo le suggestioni post-impressioniste di Van Gogh e di Gauguin, le invenzioni moderne di Giacomo Balla e di Andy Warhol, le irripetibili architetture del “Palazzo dei destini incrociati” di Federico da Montefeltro e i progetti innovativi di Frank Lloyd Wright, Gio Ponti e Mies van der Rohe, mentre gli appassionati di fotografia saranno deliziati dall’ironia di Elliott Erwitt e dalla poesia umanista di Robert Doisneau. 

Ecco gli appuntamenti da non perdere questa settimana in tv. 

Da Raffaello a Gio Ponti, le proposte di Rai 5
Architettura, fotografia e collezioni di rilievo mondiale sono al centro dei programmi di Rai 5 da lunedì 28 marzo a domenica 3 aprile. Il primo appuntamento è per le 18 di oggi: il documentario Elliott Erwitt. Il silenzio ha un bel suono racconta lo stile semplice, ironico e immediato di un celebre protagonista della fotografia del Novecento, capace di ritrarre in immagini di grande forza star del cinema e animali domestici,  eventi di importanza storica e scene di vita quotidiana catturate in strada. Da stasera, invece, la miniserie in tre puntate Arte, passione e potere ci accompagnerà alla scoperta dei tesori della Royal Collection della Corona britannica con lo storico dell’arte e divulgatore BBC Andrew Graham-Dixon (lunedì alle 20.20, martedì alle 20.25, mercoledì alle 12.30).

Sarà in onda da domani la serie I tre architetti, dedicata a un tris di designer molto diversi tra loro, che con le loro idee innovative hanno cambiato il vocabolario dell’architettura contemporanea: si tratta dello statunitense Frank Lloyd Wright (martedì 29 alle 19.30), del tedesco Ludwig Mies van der Rohe (mercoledì 30 alle 19.30) e dell’italiano Gio Ponti (giovedì 31 alle 19.05). E sempre a proposito di design, venerdì 31 avremo la possibilità di approfondire la conoscenza di due noti architetti italiani, Carlo Scarpa e Aldo Rossi maestri di poesia e di memoria in un documentario girato nel 2020 da Francesco Conversano e Nene Grignaffini (19.10) 


Parmigianino. Il prodigio e la sconfitta I Courtesy Rai Cultura

Un racconto in forma di inchiesta ricostruirà invece l’avventura di un controverso protagonista del Rinascimento in Parmigianino. Il prodigio e la sconfitta. Bollato da Vasari come alchimista e da allora soggetto a fortune incostanti, Girolamo Francesco Maria Mazzola detto il Parmigianino ha in realtà dato prova di eccezionali capacità di invenzione artistica: lo scopriremo nel documentario scritto da Maria Agostinelli e Silvia De Felice con la regia di Marco Odetto, analizzando capolavori innovativi come la Madonna dal collo lungo degli Uffizi o l’Autoritratto in uno specchio convesso, conservato al Kunsthistorisches Museum di Vienna (da vedere mercoledì 30 alle 20.20). 

Le meraviglie del Rinascimento saranno protagoniste sui teleschermi anche venerdì 1° aprile nel 19° episodio di Art Night. Due i documentari da scoprire nel programma condotto in prima serata da Neri Marcoré. Il primo si intitola Il Palazzo dei destini incrociati ed è un suggestivo viaggio nella storia e nei segreti del Palazzo Ducale di Urbino. Descritto da Baldassarre Castiglione come “una città in forma di palazzo”, la residenza di Federico da Montefeltro è una sorta di manifesto del suo tempo, un luogo unico dove l’arte incontra la matematica, dove l’architettura si fonde con la filosofia e l’astronomia, tra paesaggi mozzafiato, splendidi interni e meravigliose opere. Il secondo appuntamento della serata è dedicato a uno dei massimi protagonisti di questa stagione, non a caso nativo di Urbino: Raffaello, il mito e la modernità ricostruisce la carriera e la figura del Sanzio non solo come artista e architetto, ma anche come intellettuale capace di interpretare il progetto di un’intera società. 


Frame da BALLA. Il signore della luce, Il docufilm di 52' prodotto da ARTE.it Originals e realizzato con la collaborazione di Rai Cultura, Regia di Franco Rado, Autori Eleonora Zamparutti e Piero Muscarà | © ARTE.it 2021

Balla, Van Gogh ed Andy Warhol protagonisti su Sky Arte
Sarà una settimana all’insegna delle icone dell’arte quella appena iniziata su Sky Arte HD, che offre un’ampia scelta di documentari dedicati ai più grandi maestri di ogni tempo. Si parte già dal pomeriggio di oggi, lunedì 28 marzo, con il docufilm Raffaello. Il giovane prodigio, che nel 2021 ha riportato il genio urbinate sugli schermi cinematografici in occasione dei suoi 500 anni. Con la voce narrante di Valeria Golino e la supervisione scientifica del professor Vincenzo Farinella - tra i più accreditati studiosi di Raffaello - il lungometraggio di Massimo Ferrari promette di svelare l’arte e la personalità del Sanzio sotto una nuova luce, a cominciare dalle immagini della grande mostra che lo ha celebrato alle Scuderie del Quirinale nel 2020 (in onda alle 17.35). 

Mercoledì 30 il viaggio continua con Goya. Visioni di carne e sangue (15.45) e Van Gogh. Un nuovo modo di vedere (17.25), entrambi girati e prodotti dal britannico David Bickerstaff, mentre martedì 29 sarà la regista Patricia Wheatley a trasportarci nel mondo di un altro imprescindibile protagonista dell’arte tra Ottocento e Novecento con Gauguin. Una vita al limite (17.35). 


Gauguin. Una vita al limite. In onda su Sky Arte HD

E se venerdì 31 marzo il documentario Robert Doisneau - La lente delle meraviglie invita a un tuffo nella poesia della grande fotografia francese (17.15), sabato ci divideremo tra due star del Novecento, due personaggi diversissimi tra loro ma entrambi carichi di storie da raccontare. In Giacomo Balla. Il signore della luce scopriremo da vicino la creatività poliedrica e traboccante del maestro futurista, ma anche i suoi lati oscuri, in un docufilm prodotto da ARTE.it (in onda alle 13.15). La serata, invece, vedrà protagonista la Pop Art di Andy Warhol con la prima tv del documentario Brillo Box (21.15) ed Andy Warhol - Un ritratto di Kim Evans, ricco di rare immagini d’archivio e di interviste al guru della Factory e a chi lo ha conosciuto personalmente (22.05). 

Da non perdere in settimana è infine la serie Italie Invisibili, che giovedì entra nel vivo della sua quinta edizione con una puntata inedita dedicata al Monferrato (21.15). A seguire, un tour tra le meraviglie dei Castelli Romani (21.50) e il Rinascimento adriatico di Ancona (22.20). 


Robert Doisneau, Le baiser de L’Hotel De Ville, 1950 | © Atelier Robert Doisneau

COMMENTI
 
LA MAPPA
  NOTIZIE

VEDI ANCHE

Vedi tutte le notizie >