I cittadini di lingua araba entreranno in 2 al costo di un biglietto intero

"Fortunato chi parla arabo", la campagna inclusiva del Museo Egizio

Profilo di una statua egiziana di sfinge al Museo Egizio di Torino | Foto: Luca Lorenzelli / Shutterstock.com
 

Ludovica Sanfelice

23/12/2016

Torino - Si entra in due al prezzo di un solo biglietto intero. La condizione è essere un cittadino di lingua araba della provincia di Torino.
Una nuova campagna lanciata dal Museo Egizio con lo slogan "Fortunato chi parla arabo", invita infatti i "nuovi torinesi" ad avvicinarsi alla prestigiosa collezione che alle sue origini egiziane deve tutto.

Non si tratta di una promozione a carattere commerciale, il museo non ha certo bisogno di mezzucci per richiamare le folle, bensì di un esperimento di inclusione e confronto che nasce in un luogo dove gli scambi di saperi e conoscenze tra l'Italia e l'Egitto sono intensissimi per rivolgersi alla nuova società multietnica.

FOTO: Nuovo Museo Egizio

Manifesti in arabo e in italiano, il web, cartelli sugli autobus, ma anche degli emissari diretti, formati dal museo per illustrare l'iniziativa nei quartieri dove risiedono le tante comunità di lingua araba stanno diffondendo il messaggio. 
La promozione è valida fino al 31 marzo 2017, i suoi effetti, si spera, molto più in là.


Consulta anche:
Guida d'arte di Torino 
Il gran debutto del Nuovo Museo Egizio

COMMENTI
 
LA MAPPA
  NOTIZIE

VEDI ANCHE

Vedi tutte le notizie >