Attenzione: alcuni musei, gallerie e luoghi espositivi potrebbero essere temporaneamente chiusi al pubblico.

Mostra Lucio Dalla. Anche se il tempo passa a Roma. Le informazioni sulla mostra Lucio Dalla. Anche se il tempo passa, i curatori, gli orari di ingresso, il costo dei biglietti, i numeri per prenotare, il comunicato stampa sulla mostra Lucio Dalla. Anche se il tempo passa del museo Museo dell'Ara Pacis di Roma.

Lucio Dalla da bambino si esibisce in uno spettacolo teatrale. Archivio Antonio Bagnoli

Lucio Dalla da bambino si esibisce in uno spettacolo teatrale. Archivio Antonio Bagnoli

Mappa

  • Città: Roma
  • Provincia: Roma
  • Indirizzo: Via di Ripetta 180
  • Telefono: +39 060608
  • Sito ufficiale

Scheda Mostra

Lucio Dalla. Anche se il tempo passa


  • Luogo: Museo dell'Ara Pacis
  • Città: Roma
  • Provincia: Roma
  • Data inizio: 22 Settembre 2022
  • Data fine: 05 Febbraio 2023
  • Prolungata: fino al 5 febbraio 2023
  • Costo del biglietto: solo mostra: intero € 13, ridotto € 11, speciale scuola € 4 (ingresso gratuito ad un docente accompagnatore ogni 10 alunni), speciale Famiglie (2 adulti più figli al di sotto dei 18 anni) € 22. Mostra + Museo: intero € 19 / ridotto € 15 (residenti € 18 / € 14)
  • Telefono per informazioni: +39 060608
  • Sito ufficiale

Comunicato Stampa:

Arriva nella capitale l’affascinante viaggio nel mondo di Lucio Dalla, iconico e innovativo cantautore, immortale, prerogativa solo dei grandissimi artisti. Inevitabile celebrarlo nel decennale della sua scomparsa con la grande mostra-evento “Lucio Dalla - Anche se il tempo passa” dedicata al genio umano e musicale, che sarà realizzata a Roma, dal 22 settembre 2022 al 6 gennaio 2023 al Museo dell’Ara Pacis. Un viaggio che parte dall’infanzia e ripercorre un percorso straordinario di vita e memoria collettiva, al ritmo delle note delle sue straordinarie canzoni.
 
La mostra, promossa e prodotta da Roma Culture, Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali,è organizzata e realizzata da C.O.R. Creare Organizzare Realizzare con il sostegno di Regione Lazio. L’esposizione, a cura di Alessandro Nicosia con la Fondazione Lucio Dalla, è patrocinata da RAI. Special partner Lavoropiù. Supporto organizzativo di Zètema Progetto Cultura. Con la collaborazione tecnica di Universal Music Publishing GroupSIAE Società Italiana degli Autori e degli EditoriBIG|Broker Insurance Group. Catalogo Skira editore.
 
Non è un’impresa facile raccontare in una esposizione cinquant’anni di storia. Tutto nasce da una lunga ricerca di materiali, molti dei quali esposti per la prima volta, che documentano l’intero cammino umano e artistico di uno dei più amati artisti italiani e internazionali. Un cantore di vita e suoni che con graffiante ironia e sguardo poetico ha conquistato il cuore di tutti, non solo musicista ma anche attore, scrittore, regista teatrale, amante dello sport e appassionato di motori, danza, opera lirica, pittura, letteratura, con un numero impressionante di interessi.
Così, attraverso documenti, foto, copertine dei dischi, video, oggetti, abiti di scena, locandine dei film a cui ha partecipato, manifesti, la ricca collezione di cappelli e berretti, sarà possibile scoprire l’intimità di Lucio e vivere la forza della sua musica.
Scopriremo che ancora il suo ricordo riempie l’anima e fa tremare il cuore.
 
Oltre dieci le sezioni in cui è suddivisa l’esposizione: Famiglia-Infanzia-Amicizie-Inizi musicali, Dalla si racconta, Il clarinetto, Il museo Lucio Dalla, la sua musica, il cinema, il teatro, la televisione, Universo Dalla, Dalla e Roversi, Dalla e Roma; quest’ultima sezione, inedita, è dedicata al rapporto tra il cantante e la Capitale, città dove ha vissuto a lungo e che ha amato profondamente. Insieme ai documenti che ci raccontano la sua vita, l’arte e le sue passioni, la mostra offrirà allo spettatore l’opportunità di un incontro unico e speciale con l’artista.
 
La mostra sarà arricchita anche da un prestigioso catalogo edito da Skira che contiene storia, immagini e anche un lungo elenco di straordinarie testimonianze che aiutano a comprendere nel profondo il suo eclettico carattere.