A Roma torna alla luce l'antica villa del mecenate di Ovidio

La Repubblica | Villa Messalla
 

08/01/2013

Roma - Lungo la Via dei Laghi, a Ciampino, appena fuori Roma, è stata ritrovata la villa del mecenate Marco Valerio Messalla Corvino, che fu anche console sotto Ottaviano e comandante nella battaglia di Azio del 31 avanti Cristo. Villa Messalla è rimasta famosa per essere frequentata da Ovidio e altri poeti dell’età augustea. Insieme alla struttura, come riferisce oggi il quotidiano La Repubblica, sono state rinvenute sette statue conservate integre, dal momento che presentano solo alcune mutilazioni ricostruibili, sotto strati di terra, sul fondo di una vasca, dove si depositarono a seguito di un terremoto nel secondo secolo.  Sono quelle che ispirarono al poeta Ovidio il mito di Niobe narrato nelle Metamorfosi. Tra le parti più importanti del ritrovamento c'è la Natio: una piscina all’aperto dalle pareti dipinte di azzurro lunga venti metri. Tra i rinvenimenti anche mosaici pavimentali in bianco e nero.

COMMENTI
 
LA MAPPA
  NOTIZIE

VEDI ANCHE

Vedi tutte le notizie >