Itinerari negli spazi della Villa e nei giardini

Villa Medici apre le porte

L'Accademia di Francia, creata da Luigi XIV nel 1666, fu trasferita a Villa Medici nel 1804, da Napoleone.
La Villa è stata ristrutturata nel 1564 dal Cardinale Giovanni Ricci di Montepulciano prima di divenire proprietà dei Medici.
essa dipende ad oggi dal Ministero della Cultura Francese | © Wikimedia Commons Photo by Jean-Pierre Dalbéra
 

La Redazione

19/03/2015

Roma - Una giornata alla scoperta di Villa Medici e dei suoi progetti è quanto propone l’Accademia di Francia ai visitatori che il 29 marzo parteciperanno al programma di visite gratuite “porte aperte”. In occasione dell’evento, che si svolgerà dalle 10:00 alle 18:30, verranno suggeriti diversi percorsi della durata di 30 minuti, concepiti per introdurre il pubblico alla conoscenza di Villa che sorge sulla collina del Pincio o per consentirgli di ammirarla da nuove prospettive.

Oltre al celebre piazzale interno o alla facciata, gli itinerari accederanno a spazi panoramici come la Terrazza del Bosco, apriranno la loggia, mostreranno il Padiglione affrescato di Ferdinando de’ Medici, la collezione di statue dei Niobodi e la riserva di gessi. E per i più piccoli sono previste passeggiate attraverso i giardini.

Con la seconda edizione della giornata che lo scorso ha registrato un notevole successo, Villa Medici rinnova l’invito a giovani, adulti, bambini, cittadini e turisti, e attraverso l’incontro promuove anche il programma di attività organizzate nell’arco di tutto l’anno. Incluso il "Teatro delle Esposizioni", la manifestazione che riunisce i progetti di artisti e ricercatori in residenza all'Accademia di Francia.


Per approfondimenti:
Guida d'arte di Roma 

COMMENTI
 
LA MAPPA
  NOTIZIE

VEDI ANCHE

Vedi tutte le notizie >