Biografia

Formatosi a Venezia, probabilmente nella bottega di Alvise Vivarini, trascorse la prima parte della sua carriera a Treviso (1503 - 1506 circa).

La commissione del grande polittico per i domenicani di Recanati (ora in Pinacoteca Civica) lo portò nelle Marche dove rimase per alcuni anni. Nel 1509 fu anche a Roma, per lavorare nelle Stanze Vaticane prima dell’affidamento dell’intero lavoro a Raffaello.

Successivamente è a Bergamo dove realizza alcuni dei suoi capolavori: le pale per Sant’Antonino e San Bernardino in Pignolo, la straordinaria serie di tarsie lignee per Santa Maria Maggiore con i complessi significati allegorici, e i numerosi ritratti nei quali riuscì a raccontare il carattere e la vita dei suoi committenti.

Nel 1525 torna a Venezia dove, nonostante la Pala di Sant’Antonino e quella per i Carmini, non riuscì ad affermarsi e continuò a lavorare per l’entroterra,  tornando  anche nelle Marche (1533-36) e a Treviso (1542 - 1545). Abbandonò definitivamente la città nel 1549 per trasferirsi nelle Marche e morì a Loreto dove si era fatto oblato della Santa Casa a testimonianza della profonda religiosità che lo accompagnò per tutta la vita.

COMMENTI:

Biographies of: Lorenzo Lotto

  • Biography: Lorenzo Lotto

    Lorenzo Lotto,  (b. c. 1480, Venice [Italy]—d. 1556, Loreto, Papal States), late Renaissance Italian painter known for his perceptive portraits and mystical paintings of religious subjects. He represents one of the best examples of the fruitful relationship between the Venetian and Central ...

                    

See Also