Sguardi sul Novecento. Disegni di artisti italiani tra le due guerre

Giovanni Costetti, Profilo di Giuseppe Lanza del Vasto, 1926. Matita, carboncino su carta giallastra, GDS inv. 123138

 

Dal 17 Maggio 2016 al 04 Settembre 2016

Firenze

Luogo: Gabinetto Disegni e Stampe - Gallerie degli Uffizi

Indirizzo: via Della Ninna 5

Orari: da Martedì a Domenica 8.15-18

Curatori: Marzia Faietti, Giorgio Marini

Telefono per informazioni: +39 055.2388671

E-Mail info: ga-uff@beniculturali.it

Sito ufficiale: http://www.uffizi.it/


Comunicato Stampa:
Firenze, la Sala Edoardo Detti delGabinetto Disegni e Stampe delle Gallerie degli Uffizi ospita, dal 17 maggio al 4 settembre 2016, la mostra “Sguardi sul Novecento. Disegni di artisti italiani tra le due guerre”.
In esposizione 37 opere, fra disegni e stampe, per lo più sconosciute al grande pubblico e riferibili ai primi 30 anni del Novecento, costituenti una significativa selezione di acquisizioni pervenute tramite donazioni o acquisti al Gabinetto Disegni e Stampe.

«L’invenzione della fotografia, i nuovi linguaggi dell’arte astratta delle avanguardie e le tragedie umane del Novecento hanno fondamentalmente trasformato la ritrattistica del XX secolo – afferma il Direttore delle Gallerie degli Uffizi, Eike Schmidt -. Queste opere, presentate per la prima volta nella mostra, essendo su carta e quindi più delicate, risultano tra le meno conosciute della collezione degli Uffizi, la più antica e ricca raccolta di autoritratti al mondo».

La scelta di quei fogli segue una chiave di lettura che privilegia la rappresentazione di figure e voltiritratti – talora autoritratti – indagati con efficace introspezione psicologica. Ne nasce un doppio gioco di rimandi: lo sguardo dell’artista sul personaggio oggetto della sua attenzione, e lo sguardo del ritrattato verso l’osservatore.
Il taglio interpretativo suggerisce percorsi che indagano le diverse declinazioni dell’arte in quei brevi e intensi decenni, soprattutto in Toscana, tra realismoavanguardie e radicamenti nella locale tradizione figurativa.

Per la mostra sono state selezionate opere di Anders Zorn, Giannino MarchigEmilio Mazzoni Zarini, Giovanni CostettiAselmo BucciRam e ThayatGiuseppe LunardiPietro BugianiKurt Craemer, Primo ContiMario RomoliGiuseppe Lanza del VastoAlberto GiacomettiMarino Marini e altri.

L’esposizione, a cura di Marzia Faietti e Giorgio Marini, con la collaborazione di Valentina MartinoBruno Mascellino e Pierluca Nardoni, è accompagnata da un catalogo edito da Giunti.
 

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF
COMMENTI