Arturo Delle Donne. Racconti di mare

© Arturo Delle Donne | Arturo Delle Donne, The Mutiny of the Elsinore, 2017

 

Dal 15 Novembre 2018 al 16 Dicembre 2018

Genova

Luogo: Galata Museo del Mare

Curatori: Cristina Casero, Andrea Tinterri

Enti promotori:

  • Con il patrocinio del Comune di Genova

Costo del biglietto: la mostra è compresa nel biglietto d’ingresso al Museo negli orari di apertura del Galata Museo del Mare

Telefono per informazioni: +39 010 2345655

E-Mail info: info@galatamuseodelmare.it

Sito ufficiale: http://www.galatamuseodelmare.it/


Comunicato Stampa:
Giovedì 15 novembre alle ore 18.30, Hernandez Art Gallery presenta, con il patrocinio del Comune di Genova e del Mu.MA - Istituzione Musei del Mare e delle Migrazioni e con la collaborazionedell’Associazione Culturale A.P.S. T0 Studio, al Galata Museo del Mare la mostra “Racconti di mare”del fotografo Arturo Delle Donne a cura di Cristina Casero e di Andrea Tinterri.

Un percorso che guarda al mare come spazio di narrazione: Racconti di mare; My small – scale world e The same sea –Different Point of View. I tre progetti segnano un passaggio che volutamente confonde l’osservatore: il lavoro Racconti di mare rilegge pagine di romanzi marinareschi (Il vecchio e il mare, Moby Dick, Larivolta dell’Elsinore, L’isola del tesoro) con piccole scenografie che lo stesso Delle Donne costruisce per poi fotografare. Episodi letterari di personaggi mitici in balia di pesci giganteschi e onde violente, viaggi iniziatici in piccola scala per innescare un gioco di illusioni fotografiche. My small – scale worldè il passaggio intermedio, dal fittizio al reale, dal racconto alla Storia. Paesaggi, navi e sempre mare, ma in una deformazione ottica che simula la piccola scala. Tutto sembra in miniatura, ma è soloun’illusione del mezzo, quel passaggio indispensabile alla contingenza del quotidiano.

Il dittico The same sea – Different Point of View: le migrazioni contemporanee, la nave Diciotti, le coperte termiche che affollano lo spazio, il viaggio e ancora una volta il mare come piattaforma attraverso cui raccontare.
Una mostra che evidenzia quel sottile confine tra reale e fantastico, tra narrazione letteraria e cronaca contemporanea, in un percorso unitario dove i piani si intrecciano e si confondono.
Fotografo professionista, laureato in biologia e dottore di ricerca in ecologia, inizia la sua attività professionale con il reportage pubblicando diversi servizi su riviste specializzate come Gente Viaggi, Mondo Sommerso edAqva, alcune sue foto sono state pubblicate da Whitestar/National Geographic. Si specializza, poi nella Food Photography e nel giugno 2008 vince il primo premio della qualità creativa in fotografia professionale nellacategoria food, la cui prestigiosa giuria l’ha giudicato: “un’autore di una versatilità fuori dal comune”. Dal 2005,in collaborazione con la Solares Fondazione delle Arti di Parma, ha iniziato un progetto fotografico“CloserPortraits” con più di 80 ritratti di personaggi del mondo dello spettacolo e della cultura tra cui Wim Wenders, Mario Monicelli, Ernest Borgnine, Bernardo Bertolucci, Daniel Pennac, Michelangelo Pistoletto,Hanna Schygulla, Edoardo Galeano, Gerard Depardieu, Emir Kusturica, James Ivory, Peter Greenaway e tanti altri. Nel 2009 partecipa ad una spedizione imbarcandosi da Southampton sulla nave RRS Discovery per un reportage sulle ricerche in campo climatico con la Environmental Ocean Team. Nell'ottobre 2008 presenta la suapersonale “Tribes” presso la Galleria Leggermente fuori fuoco di Salerno, il lavoro fa parte di un più grande edambizioso progetto da considerarsi l’incipit di una trilogia “The Last Breath on Earth”. “Memes” presentato aGenova presso la VisionQuesT gallery fa parte del secondo filone ed il ciclo si chiude con “De Rerum Naturae”.A ottobre 2011 è stato uno dei quattro fotografi della VisionQuesT gallery invitati a partecipare a Chic Art Fairdi Parigi (affiliata FIAC). Ha curato la parte iconografica del volume “Gusto Italiano” dell’ALMA – ScuolaInternazionale di Cucina Italiana, edizioni Plan, uscito a marzo 2012. Nel giugno del 2013 ha esposto parte “The trilogy” presso il Museo di Arte Contemporanea di Velikij Novgorod (Russia) e nel 2014 alla Hernandez Art Gallery di Milano espone la trilogia completa. Dal 2016 collabora per le riprese del documentario “Pope Francis - A MAN OF HIS WORD”, con la regia di Wim Wenders. Grazie a questa collaborazione nell’ottobre del 2017 hafilmato le operazioni di soccorso dei migranti a bordo della Nave CP941 Diciotti della Guardia Costiera. È docente di fotografia di food presso la Scuola de la Cucina Italiana di Milano.

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF
COMMENTI
 
LA MAPPA
  MOSTRE
Indicazioni stradali da: