Il duca e il mare. Luigi Amedeo di Savoia Duca degli Abruzzi

Il duca e il mare. Luigi Amedeo di Savoia Duca degli Abruzzi

 

Dal 21 Aprile 2017 al 16 Luglio 2017

Genova

Luogo: Museo di Palazzo Reale

Enti promotori:

  • MiBACT

Costo del biglietto: € 3

Telefono per informazioni: +39 010 2710236

E-Mail info: palazzorealegenova@beniculturali.it

Sito ufficiale: http://www.palazzorealegenova.beniculturali.it


Comunicato Stampa:
L’esposizione, allestita presso l’Appartamento dei Principi Ereditari noto anche come appartamento del Duca degli Abruzzi a Palazzo Reale di Genova si snoda nelle stanze abitate da S.A.R. Luigi Amedeo di Savoia durante i suoi soggiorni genovesi, e racconta il suo profondo legame con il mare attraverso l’esposizione di oggetti, opere d’arte, libri, fotografie, modelli di scafi e trofei appartenenti alla collezione dello Yacht Club Italiano, esposti per la prima volta al di fuori della sede sociale presso il Porticciolo Duca degli Abruzzi. 

Fra le opere d’arte sono esposte le due teste in bronzo raffiguranti Luigi Amedeo di Savoia e il suo nipote prediletto Amedeo di Savoia Duca d’Aosta, entrambe realizzate dallo scultore Guido Galletti, autore del "Cristo degli Abissi" collocato sul fondale di San Fruttuoso di Camogli; i disegni originali del progetto della sede sociale del Regio Yacht Club realizzati dall’ing. arch. Marchese Giuseppe Crosa di Vergagni inaugurata nel 1929; un acquerello realizzato dal pittore francese Marc Pierre Georges Berthier che raffigura l’imbarcazione "Artica" del Duca degli Abruzzi che vince la Coppa di Francia nel 1902 portando così l’Italia nelle competizioni veliche internazionali.

Tra i trofei è in mostra la "Coppa Italia" donata dal Re Umberto I nel 1898 e disputata per la prima volta nel 1903 e ancora una delle regate più importanti.

Ad arricchire l’esposizione ci sono le fotografie della Fondazione Sella sull’impresa della "Stella polare" alla conquista del Polo Nord, oggetti personali e artistici appartenenti a S.A.R. Luigi Amedeo di Savoia provenienti dalla collezione di Giuseppe Tarò, console onorario di Polonia a Genova.

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF
COMMENTI
 
LA MAPPA
  MOSTRE
Indicazioni stradali da: