Sergio Franzosi. Nove anni

Opera di Sergio Franzosi

 

Dal 23 Novembre 2019 al 04 Dicembre 2019

Genova

Luogo: Palazzo Stella

Indirizzo: piazza Stella 5/1

Orari: dal martedì al venerdì ore 9:30–13:00 / 15:00–19:00; sabato ore 15:00–19:00

Curatori: Flavia Motolese

Telefono per informazioni: +39 010 2468284

E-Mail info: info@satura.it

Sito ufficiale: http://www.satura.it


Comunicato Stampa:
S’inaugura sabato 23 novembre 2019 alle ore 17:00 nelle suggestive sale di Palazzo Stella a Genova, la mostra personale di Sergio Franzosi “Nove anni” a cura di Flavia Motolese. 

Architetture, territori astratti, equilibrismi e figure stilizzate sono gli elementi imprescindibili delle opere di Sergio Franzosi. Un universo articolato, in cui la componente ludico/ironica si accompagna ad un solido impianto culturale. La sua formazione artistica e la sua professione di architetto hanno creato una continua interazione fra estetica architettonica e ideazione pittorico-figurativa. Un artista visionario capace di creare paesaggi immaginari e composite visioni con dovizia di particolari: le descrizioni dettagliate e l’attenzione per il dato narrativo rivelano un animo sensibile e fanciullesco, la voglia di riappropriarsi di un rapporto perduto con lo spazio, meno distruttivo. Franzosi predilige una figurazione lineare, quasi schematizzata, resa incisiva dalle cromie vivaci e dal forte accento timbrico. Un succedersi di immagini, in cui la diffusa improbabilità costruttiva, trattata con approccio quasi scientifico, determina il fascino delle sue invenzioni compositive: architetture, case, strade - echi della realtà - sono assemblati in suggestive scenografie surreali e in funamboliche illusioni prospettiche. Labirinti incantati scorporati dal tempo, futuribili ed arcaici, nel loro attingere ad un vasto repertorio iconografico e accademico. La mostra raccoglie alcune opere degli ultimi nove anni di produzione, in cui ogni suo lavoro può essere considerato come un frammento di un mosaico-racconto infinito che si genera e rinnova attraverso l’interazione di tematiche ricorrenti: l’alternarsi di elementi geometrici e naturali, la presenza umana ridotta a citazione metafisica o ad imperscrutabile allusione classicistica, i repertori morfologici, le rêverie, i riferimenti all’infanzia e al mondo dei giochi. Franzosi ci invita a guardare sotto una prospettiva nuova ed inattesa il mondo vero, a rivisitarlo seguendo strade inusuali per riscoprirne la bellezza e la magia.

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF
COMMENTI