Cibum Nostrum – Le Tavole Italiane ieri e oggi

© Ph. Rodolfo Pompucci | Cibum Nostrum – Le Tavole Italiane ieri e oggi

 

Dal 05 Maggio 2017 al 13 Maggio 2017

Milano

Luogo: Palazzo del Senato

Indirizzo: via Senato 10

Sito ufficiale: http://www.shootfood.it/cibum-nostrum


Comunicato Stampa:
CIBUM NOSTRUM – Le Tavole Italiane ieri e oggi è una rassegna dedicata agli usi e costumi degli Italiani nel momento di massima socializzazione, che per un popolo latino corrisponde al desinare. Organizzata da FormaPensiero e Starring in collaborazione con l'Archivio di Stato di Milano, coniuga tra loro mondi affini come Cibo, Arte, Musica, e si avvale di contributi d'eccellenza.

La rassegna si svolgerà dal 5 al 13 maggio a Palazzo del Senato, uno dei più bei palazzi storici Milanesi, sede dell’Archivio di Stato, in occasione della settimana dedicata al cibo Milano Food Week, del cui calendario la rassegna fa parte.
Nel corso dei secoli il desco ha rappresentato per noi Italiani il fulcro della vita familiare e sociale; un excursus storico a cura dell’Archivio di Stato di Milano ci mostrerà le abitudini alimentari di diversi contesti sociali attraverso alcuni preziosi documenti che segnano i cambiamenti avvenuti nel tempo.

Abbiamo l’onore di ospitare le carte geopittoriche dedicate al cibo e ai prodotti italiani della famiglia De Agostini. L’esposizione racconta la tradizione alimentare del nostro Bel Paese dal 1945 al 1960, illustrando nel contempo le attività di una famiglia di cartografi che ha dato un contributo fondamentale non solo alla conoscenza della morfologia del territorio italiano e alla sua evoluzione ma anche alla divulgazione e alla didattica della geografia fisica e politica.

Ospite illustre della manifestazione lo scultore Silvano Bulgari, che esporrà alcune sue opere dedicate al cibo nella splendida sala affrescata del Palazzo. Milanese, figlio d’arte, conosciuto a livello internazionale per l’eleganza dei suoi bronzi patinati, ha unito in un ricercato sodalizio l’immediatezza del contemporaneo e l’evocazione del modello rinascimentale. Il risultato è un’arte figurativa con elementi onirici, spirituali, talvolta pop e fantasy in cui la cultura classica e rinascimentale si mescolano col pensiero moderno. Mario Lisi, fotografo pavese di indubbio talento, esporrà 5 scatti che forniscono un’interpretazione molto personale di alcune delle sculture di Bulgari, evidenziandone l’intensità e i chiaroscuri.

Sarà poi presente Il Gambero Rosso, a cui è dedicata un'intera sezione della Rassegna con una trentina di Copertine della Rivista stampate in grande formato, e una selezione di video che rappresentano uno spaccato sulla Cucina Italiana di alto livello.

Un’occasione per festeggiare degnamente i trent’anni di pubblicazione della famosa rivista. La testata iniziò come supplemento di un noto Quotidiano, per poi intraprendere un proprio percorso nel 1992. Ha accompagnato per trent’anni la diffusione del Food Italiano di qualità, rappresentando la vetrina internazionale più conosciuta per i nostri Chef.  Un’altra sezione della Rassegna è riservata al bel Progetto To the Roots di Annamaria Fabbri.

To The Roots é un viaggio per le tavole di tutta Italia. Un viaggio “spirituale” alla ricerca delle tradizioni, delle tipicità locali, delle storie e delle curiosità legate al cibo. Il progetto vuole dimostrare che il cibo non è solo cibo, ma condivisione, amore, famiglia e che può essere, anzi spesso è, un modo per esprimere un sentimento. L’obiettivo è quello di toccare tutte e 110 le province italiane e poter affermare di “AVER ASSAGGIATO TUTTA L’ITALIA”.

Saranno poi esposti cinque dipinti di Elisabetta Rogai, l’eclettica artista fiorentina che ha ideato una nuova tecnica: l’EnoArte. Fin dall’antichità i pittori utilizzavano alcuni prodotti della terra, come ad esempio le bacche, lo zafferano, le terre, il carbone. Con la sua tecnica EnoArte, Elisabetta Rogai ha recuperato questa tradizione ed è riuscita, attraverso molteplici sperimentazioni e con l’aiuto di un professore di chimica organica, a dipingere col vino con un risultato sorprendente.

Infine in visione il bel reportage Pesach di Paolo Della Corte: il noto Fotografo, che ha collaborato per anni col Gambero Rosso realizzando molti libri di cucina, presenterà un lavoro realizzato a Venezia nell'unico forno ancora oggi aperto nel Ghetto ebraico solo durante il periodo che precede la Pasqua ebraica. “Provedono per far delle Azime quali chiamano Mazzòd che gli bastino per mangiar quelli otto giorni di Pesah... nel farle impastano farina e acqua... e subito mettono nel forno a cuocer”.

Nell'ottica della valorizzazione degli aspetti artistici del cibo, siamo lieti di annunciare che all’opening del 5 maggio (ore 11,00) proporremo al pubblico una tavola rotonda su “Cibo, Arte, Musica”, che vedrà sul palco i partner Gambero Rosso e De Agostini.

Silvano Bulgari ci parlerà del legame sintonico che unisce arte e cibo, con un omaggio al grande compositore e gourmet Gioachino Rossini, regalandoci alcuni aneddoti divertenti sulla passione del Maestro per la buona cucina. Seguiranno brevi presentazioni delle sezioni degli autori Annamaria Fabbri, Paolo Della Corte e un’interessante proiezione di progetti artistici dedicati al cibo a cura di Olio su Tela (https://oliosutelablogblog.wordpress.com/).

Chiuderà l’opening un aperitivo con una selezione di vini del Gambero Rosso, mentre inizieranno le visite guidate alla Rassegna. 

L'opening avrà luogo il 5 maggio 2017 alle 11   

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF
COMMENTI