“Fede tra Ferro e Fuoco”. «Testimonianze di devozione popolare»

Madonna del Boden, Piemonte, 1917. Olio su tela, cm 51 x 36

 

Dal 01 Marzo 2017 al 23 Febbraio 2018

Milano

Luogo: Casa Manzoni

Curatori: Roberta Riccio, Maria Luisa Gambino, Veronica Proto, Alessandro Todeschini

Enti promotori:

  • Fondazione P.G.R.

Costo del biglietto: ingresso gratuito


Comunicato Stampa:
La mostra “Fede tra Ferro e Fuoco” «Testimonianze di devozione popolare» è a cura di Roberta Riccio con la collaborazione di Maria Luisa Gambino, Veronica Proto e Alessandro Todeschini, realizzata per la Fondazione Per Grazie Ricevute (P.G.R.), in occasione del centenario della Prima Guerra Mondiale. L’obiettivo della Fondazione è quello di creare un percorso museale incentrato su cinque scenari bellici di rilevanza storica in Italia che hanno coinvolto parte della popolazione mondiale: il Risorgimento, la Prima Guerra Mondiale, la Seconda Guerra Mondiale e le Guerre d’Africa.

La mostra di ex~voto “Fede tra Ferro e Fuoco” «Testimonianze di devozione popolare», esposta al primo piano di Casa Manzoni, sarà aperta da martedì a venerdì dalle 11 alle 18, visita guidata a richiesta.

La Fondazione Per Grazie Ricevute (P.G.R.), porta la testimonianza di una fede popolare che, attraverso 99 opere, vuole raccontare la salvezza insperata. I dipinti, commissionati da quei soldati che riuscirono a salvare la pelle e a tornare a casa, costituiscono il personale ringraziamento indirizzato alla Madonna e ai Santi di città e paesi sperduti. Una preghiera intensa dunque, narrata sotto forma di racconto, dipinta e fissata nel tempo. Una visione ricca di emozioni che muove sentimenti nettamente contrari al mito della guerra. “Fede tra Ferro e Fuoco” è uno scenario vivo per non dimenticare le sofferenze vissute centinaia di anni fa.

Visitare la mostra “Fede tra Ferro e Fuoco”, porta alla scoperta di come sono state vissute e poi ricordate le esperienze del Risorgimento italiano della Prima Guerra Mondiale, della Guerra di Spagna, della Seconda Guerra Mondiale e delle Guerre d’Africa. Dipinti semplici, che narrando la storia di uomini e donne, fungono da catalizzatori di memorie, lasciando il ricordo imperituro.

La mostra “Fede tra Ferro e Fuoco” «Testimonianze di devozione popolare» è una raccolta di ricordi, di vite vissute. Alpini, Bersaglieri, Carabinieri, Fanti, Marinai e Soldati di ogni grado ed epoche storiche diverse, invocavano l’aiuto divino, lasciando poi, la traccia dei miracoli accaduti, dipinta sulle tavolette votive pregne di dolore e devozione. La preghiera invocata e il miracolo concesso dal santo tanto implorato, diventano quindi, affermazioni di fede profonda.

Le diverse sale di casa Manzoni faranno rivivere a tutti i visitatori testimonianze di devozione popolare. Lunghi viaggi dipinti che vedono protagonisti soldati sopravvissuti agli scontri a fuoco, donne devote che pregano per la salvezza dei propri cari al fronte, incidenti aerei e battaglie navali. Tutte queste tracce di memoria, sottolineano il peso della guerra e rendono, ancora oggi più che mai, vive le paure, il terrore e la disperazione dei pochi fortunati, sopravvissuti a quell’orrore. page1image23712
L’ultima sala della mostra, ospitata a casa Manzoni, sarà dedicata al Risorgimento. All’interno, si potranno ammirare tavolette votive che raccontano i più importanti fatti d’arme dell’Ottocento italiano, a partire dalle guerre d’indipendenza del 1848, 1859 e 1866. La “Grazia Ricevuta” celebra il ritorno a casa del reduce dopo sanguinose battaglie, e racconta di sentimenti popolari durante questo capitolo fondamentale della storia italiana. Inoltre, verrà esposta una bacheca con i carteggi di Teresa Borri (vedova Stampa, seconda moglie di Alessandro Manzoni), scritti al figlio Stefano durante le 5 Giornate di Milano.


SCARICA IL COMUNICATO IN PDF
COMMENTI
 
LA MAPPA
  MOSTRE
Indicazioni stradali da: