Gabi Scardi. Il Teatro Continuo di Alberto Burri

 

Dal 16 Luglio 2015 al 16 Luglio 2015

Milano

Luogo: Triennale di Milano

Indirizzo: via Alemagna 6

Orari: h 19

Enti promotori:

  • Comune di Milano
  • Expo in Città
  • Camera di Commercio Milano

Telefono per informazioni: +39 02 724341

E-Mail info: info@triennale.org

Sito ufficiale: http://www.triennale.org/it/


Comunicato Stampa: Presentazione del libro di Gabi Scardi, Edizioni Corraini. Il volume, corredato da progetti, bozzetti e fotografie d'epoca, documenta anche la ricostruzione attraverso il reportage fotografico dell'artista Paola Di Bello.
Interverranno: Claudio De Albertis, Presidente della Triennale di Milano; Bruno Cora', Presidente Fondazione Palazzo Albizzini Collezione Burri; Alberto Toffoletto, Senior Partner di NCTM Studio Legale; Gabi Scardi, Autrice del volume; Flavio Fergonzi, Universita' degli Studi di Udine.
Nel 1973, in occasione della XV Triennale, Alberto Burri progetto' e realizzo' nel Parco Sempione il Teatro Continuo. Con quest'opera Burri esprimeva il proprio vivo interesse per il teatro allargando la nozione di scena allo spazio urbano; e manifestava una decisa consonanza rispetto alla temperie culturale del momento, caratterizzata da una domanda di socialita' e di condivisione e dalla tendenza a spostare l'operativita' artistica dallo spazio deputato al contesto pubblico.
Fino al 1989 il Teatro Continuo e' rimasto in situ e ha fatto parte di un insieme di particolare valore artistico e urbanistico comprendente i Bagni Misteriosi di Giorgio De Chirico e Accumulazione Musicale e Seduta di Arman, entrambi risalenti alla XV Triennale e tuttora presenti presso il Parco Sempione.
Nel 1989 l'opera, ormai degradata, veniva demolita. In seguito il Comune di Milano e la Fondazione La Triennale di Milano accolgono la proposta di reintegro dell'opera avanzata dalla Fondazione Palazzo Albizzini Collezione Burri e da NCTM Studio Legale, gia' impegnato a sostegno dell'arte contemporanea con il progetto nctm e l'arte. Il recupero e' avvenuto sulla base dei disegni originali dell'artista, messi a disposizione dalla Fondazione Palazzo Albizzini Collezione Burri.

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF
COMMENTI