Renato Guttuso. Sud e Passione

Renato Guttuso. Sud e Passione, Andrea Ingenito | arte contemporanea, Napoli

 

Dal 30 Novembre 2018 al 26 Gennaio 2019

Napoli

Luogo: Andrea Ingenito | arte contemporanea

Indirizzo: via Cappella Vecchia 8/A

Orari: da martedì a sabato 11-19

Costo del biglietto: ingresso gratuito

Telefono per informazioni: +39 081 0490829

E-Mail info: info@ai-ca.com

Sito ufficiale: http://www.ai-ca.com


Comunicato Stampa:
La Galleria Andrea Ingenito | arte contemporanea è lieta di annunciare la mostra “Renato Guttuso. Sud e Passione” presso la sede di Napoli, dal 29 Novembre al 12 Gennaio 2019 (prorogata al 26 gennaio).

L’importante evento rientra tra gli appuntamenti della galleria partenopea, che ogni anno in prossimità delle festività natalizie accende i riflettori su un grande artista del Novecento. A tal proposito, il gallerista Andrea Ingenito dichiara: «come consuetudine, dedico una rassegna all’anno alla celebrazione di un grande nome della storia dell’arte contemporanea; così dopo Giosetta Fioroni, Hans Hartung, Mario Schifano e Andy Warhol – solo per citarne alcuni- la scelta stavolta è ricaduta sul maestro dell’arte sociale per eccellenza: Renato Guttuso. Tra l’altro mi risulta che non abbia mai esposto in una galleria napoletana prima di oggi, nonostante la sua lunga e brillante carriera.»

Il pittore – nato a Bagheria nel 1911 e deceduto a Roma nel 1987 – fu un uomo attivo su più fronti da quello artistico a quello politico. Questi aspetti della sua vita camminarono sempre di pari passo, e furono una costante durante tutto il suo percorso; le influenze tecniche e stilistiche, al contrario, furono diverse: dai riferimenti a Picasso e Courbet degli albori giovanili fino alle opere d’età matura dove il colore si fa più pieno e vibrante alla maniera di Van Gogh (Finestra con tenda rossa – 1960).

Per l’occasione sono state selezionate circa di venti opere – molte delle quali provenienti dall’archivio dell’artista – che riassumono il suo iter dagli anni ´30 (Bosco silano con mucca– 1936) alla fine degli anni ´80 (Medusa – 1985); esporranno inoltre, sia oli che chinedove il maestro da prova delle sue capacità grafiche. La varietà tematica è altrettanto ricca: saranno in mostra non solo lavori del Guttuso politicamente impegnato, ma anche affascinanti ritratti femminili (come Volto di donna), nudi e paesaggi (Muraglia cinese) finanche le citazioni letterarie con un esemplare della serie dantesca (“da Dante: Inferno, canto X”(Guido Cavalcanti: Mio figlio ov’è e perché non è teco?- 1959). 

Perché come lui stesso afferma: «Un’opera d’arte è sempre la somma dei piaceri e dei dolori dell’uomo che l’ha creata. Intendo dire che non è necessario per un pittore essere di un partito o d’un altro, o fare una guerra, o fare una rivoluzione, ma è necessario che egli agisca, nel dipingere, come agisce chi fa una guerra o una rivoluzione». (Renato Guttuso)

Vernissage: 29 novembre h. 18.30

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF
COMMENTI