Renato Ranaldi. Forse Piove

Renato Ranaldi. Forse Piove

 

Dal 06 Aprile 2019 al 17 Maggio 2019

Palermo

Luogo: Cappella dell’Incoronata

Indirizzo: via dell’Incoronazione 13

Orari: da lunedì a venerdì 9-13. Chiuso sabato, domenica, festivi

Curatori: Bruno Corà

Enti promotori:

  • Polo Museale regionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Palermo

Costo del biglietto: ingresso gratuito

Telefono per informazioni: +39 091 587717

E-Mail info: cerimoniale@poloartecontemporanea.it

Sito ufficiale: http://www.poloartecontemporanea.it


Comunicato Stampa:
Venerdì 5 aprile 2019 alle ore 18.00 negli spazi della Cappella dell’Incoronata (Via dell’Incoronazione, 13), il Polo Museale Regionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Palermo presenta la mostra di Renato Ranaldi dal titolo “forse piove”, curata da Bruno Corà.

Con il titolo “forse piove”, Renato Ranaldi ha contraddistinto una fase del suo recente lavoro pittorico-plastico che reca a nuovi gradi di devianza il processo riduzionistico della forma pittura, già in atto da anni nella sua opera. Infatti, a partire dal 2006, prima con l’ideazione dei Fuoriquadro e successivamente dei Fuoriasse e degli Scioperi, l’artista, attivo da oltre cinquant’anni sulla scena nazionale e internazionale dell’arte contemporanea, ha radicalizzato la sua concezione visiva e spaziale al punto da offrirne una valenza inedita estrema.

A Palermo, per la mostra presso la Cappella dell’Incoronata, Ranaldi ha infatti appositamente concepito alcune nuove opere che si rapportano all’unica navata di quell’antica sede, un tempo adibita al culto. La mostra di Renato Ranaldi “forse piove”, assieme alle opere pittoriche, annovera altresì una sua nuova creazione di scrittura che nell’accompagnare le opere ne costituisce una diversa ma dialettica formulazione.

Come per le lunghe e irrelate didascalie, in altri tempi e circostanze concepite e affiancate ai suoi disegni – ad esempio nel recente ciclo d’opera Tiritere, 2018 – così per questo episodio espositivo Ranaldi offre perfino un’opera di scrittura, parossistica e visionaria, con alcuni obiettivi poetico-artistici capaci di identificare anzitutto le proprie esigenze di deviazione normativa rispetto all’estetica conforme e, al contempo, di soddisfare un’autenticità nel rapporto che egli intende stabilire con il fruitore della sua arte.

La pubblicazione, che ha lo stesso titolo dato alla mostra, “forse piove”, oltre a essere un volume concepito e stampato in occasione della mostra personale presso la Cappella dell’Incoronata di Palermo, è altresì una forma-libro affrancata dal ruolo ancillare del catalogo, una volta di più invenzione significativa in omaggio all’osservatore-lettore più esigente e desideroso ancora di straordinarietà.

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF
COMMENTI