Anything to say? A monument to courage

Davide Dormino & Charles Glass, Anything to say? A monument to courage, Gruppo scultoreo in bronzo

 

Dal 06 Luglio 2019 al 15 Luglio 2019

Spoleto | Perugia

Luogo: The Roof Garden Square

Indirizzo: Via Gattaponi

Orari: Ore 18

Costo del biglietto: Evento libero

Sito ufficiale: http://www.anythingtosay.com/content/


Comunicato Stampa:

Anything to Say? A Monument to Courage si sposta a Spoleto, in occasione del Festival dei Due Mondi ospite degli spazi del Fuori Festival, per offrire a tutti coloro che potranno e vorrano essere presenti, un luogo dove poter esprimere il proprio pensiero.

Tutti potranno salire sulla sedia vuota presente nella scultura di ATS, accanto a quelle su cui sono rappresentati in piedi Assange, Manning e Snowden, per testimoniare con un semplice gesto il valore e l'importanza che riveste per tutti noi oggi la libertà di stampa.

L'appuntamento ufficiale per ritrovarci tutti insieme è il 6 luglio alle ore 18 a Via Gattaponi (zona Piazza Campello) a Spoleto al The Roof Garden Square (GardenGallery) in occasione dell’evento FuoriFestival #2, per parlare di Libertà d’informazione e diritti dei cittadini.

In questa occasione saranno con noi diversi giornalisti per parlare insieme della situazione attuale del giornalismo, del whistleblowing e della libertà d'informazione.

Tutti potranno salire sulla sedia. Tutti, forse, lo dovrebbero fare.

L'iniziativa che ruota attorno all'opera è atta a sensibilizzare i cittadini, e quindi il pubblico presente al Festival del due Mondi, non solo sul caso di Assange o sulla gravissima situazione di Chelsea Mannig, una delle più grandi fonti giornalistiche di tutti i tempi, di nuovo in carcere in condizioni veramente preoccupanti.

Ma più in generale, vogliamo estende lo sguardo alla situazione in cui si trova oggi la libertà di stampa e di espressione, alle condizioni in cui versa il giornalismo investigativo, alle continue e straordinarie minacce che subisce ogni giorno chi fa informazione, chi cerca la verità e chi si occupa di informazione.

In Italia quando si parla di whislteblowing e di whislteblower in molti ancora hanno dubbi e si domandano il grado di riconoscimento che questa attività riveste.

In questo senso è importante ricordare che proprio di recente, il 16 aprile 2019, il Parlamento Europeo ha approvato (591 voti favorevoli, 29 contrari e 33 astensioni) le nuove regole poste dall’UE in materia di whistleblowing, a tutela degli informatori che rivelano le violazioni del diritto comunitario in settori quali appalti pubblici, servizi finanziari, riciclaggio di denaro, sicurezza dei prodotti e dei trasporti, sicurezza nucleare, salute pubblica, protezione dei consumatori e dei dati.

Questo ha ulteriormente arricchito di significato la giornata mondiale del whistleblower (23 giugno) dedicata a tutti coloro che internamente o esternamente all’organizzazione per cui lavorano, scelgono di portare alla luce illeciti o situazioni di pericolo, che emergono durante lo svolgimento delle proprie mansioni professionali.

E’ tempo di prendere la parola per raccontare che tipo di giornalismo vogliamo e cosa possiamo fare per garantire una corretta informazione. Cittadini, giornalisti, rappresentanti di categoria e associazioni si incontrano il 6 luglio per parlare di Libertà d’informazione e diritti dei cittadini.

La sedia vuota sarà lo speaker’s corner di tutti quelli che hanno deciso di partecipare all’evento, tra i quali:

Beatrice Montioni (Vicesindaco di Spoleto)
Ada Spadoni Urbani (Assessore alla Cultura del Comune di Spoleto)

Lazzaro Pappagallo (Stampa Romana)

Carlo Picozza (Ordine dei Giornalisti - Lazio)
Alberto Spampinato (Ossigeno per l’Informazione)
Francesco Nicodemo (Comunicatore politico)
Giuseppe Cavalcanti (ANSA)
Matteo Bartocci (Il Manifesto)
Elisa Marincola (Articolo 21)
Raffaele Angius (giornalista)
Stefania Maurizi (La Repubblica)
Arturo Di Corinto (NoBavaglio)
Davide Dormino (l’Artista di ATS)
Claudia Giulia (giornalista e team ATS)

L'evento sarà introdotto da Claudia Giulia (ufficio stampa ATS) che presenterà al pubblico il Vicesindaco, avv. Beatrice Montioni, l'Assessore alla Cultura dott.sa Ada Spadoni Urbani, l'artista Davide Dormino e introdurrà al pubblico la scaletta dello svolgimento.

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF
COMMENTI