Disegno Ergo. Progetto Idee e forme intorno all’architettura

Aldo Rossi, La Città Analoga, 1976

 

Dal 16 Marzo 2018 al 06 Maggio 2018

Roma

Luogo: MAXXI Museo nazionale delle arti del XXI secolo

Indirizzo: via Guido Reni 4/a

Orari: 11-19; sabato 11-22. Chiuso tutti i Lunedì, 25 Dicembre, 1 Maggio. La biglietteria chiude un’ora prima del museo

Costo del biglietto: intero € 12, ridotto € 8. Gratuito minori di 14 anni; disabili che necessitano di accompagnatore; accompagnatore del disabile; dipendenti MiBACT; accompagnatori e guide turistiche Regione Lazio; 1 insegnante ogni 10 studenti; membri ICOM; soci AMACI; giornalisti accreditati; possessori della membership card del MAXXI; studenti e ricercatori universitari di Arte e Architettura dal martedì al venerdì* (festivi esclusi); il giorno del tuo compleanno presentando un documento di identità

Telefono per informazioni: +39 06 3201954

E-Mail info: infopoint@fondazionemaxxi.it

Sito ufficiale: http://www.maxxi.art/


Comunicato Stampa:
Le figure sacre di Alvaro Siza il cui il tratto sicuro e sintetico è lo stesso delle composizioni architettoniche, i collages di Yona Friedman in cui la sua Ville Spatiale solca il cielo sopra l’Isola Tiberina e il MAXXI, le visioni a pastello di Luigi Pellegrin che compongono paesaggi futuri e surreali e ancora i disegni di Carlo Scarpa per la mostra su Frank Lloyd Wright alla Triennale di Milano nel 1953, le riflessioni tratteggiate a china nera sui tovaglioli della compagnia aerea Iberia di Alberto Campo Baeza, le matasse di segno delle litografie di Giovanni Michelucci e le geometrie luminose degli acquerelli di Lauretta Vinciarelli. Tutto questo e molto altro è DISEGNO ERGO PROGETTO Idee e forme intorno all’architettura il focus che il MAXXI dedica al disegno in architettura ospitato dal 16 marzo al 6 maggio 2018 negli spazi del Centro Archivi MAXXI Architettura. 21 architetti e le loro riflessioni grafiche, dedicate a opere e ricerche, visioni poetiche e pratiche progettuali per comporre una mostra che svela i tanti aspetti che caratterizzano la pratica architettonica.
 
La mostra nasce dalla volontà di mettere in luce la potenzialità del patrimonio di materiali e documenti che fanno parte della collezione del MAXXI Architettura e che costituisce uno straordinario bacino di idee e di forme, di pensieri  e di relazioni intorno all’architettura. Con Disegno Ergo Progetto il MAXXI Architettura inaugura dunque una linea di ricerca  che coinvolge anche i  nuovi fondi acquisiti nelle collezioni, come quelli di Luigi Pellegrin, Franz Prati e Pierluigi Eroli, per indagare su come il disegno costituisca l’alfabeto della costruzione architettonica, in una ricognizione dei diversi modi di disegnare, nel processo  mentale e spaziale, prima ancora che architettonico.
 
Il percorso espositivo è introdotto dall’installazione sonora Voce di Architetto_parole di architettura che raccoglie i pensieri, le idee, le riflessioni di alcuni tra i maggiori protagonisti dell’architettura degli ultimi 50 anni, restituite attraverso le loro voci: aforismi vocali, come in una partitura musicale, rappresentano il pensiero degli architetti, riecheggiando opere e ricerche, visioni poetiche e pratiche progettuali. Sulle pareti del Centro Archivi trovano posto oltre 40 tra disegni progetti e schizzi a partire da La Città Analoga di Aldo Rossi in cui tutti gli elementi della città e della sua raffigurazione sembrano presenti. I disegni dei 21 protagonisti testimoniano come l'architetto guardi al progetto attraverso il disegno, che accompagna l’elaborazione di un’idea, prefigurara immagini, definisce dettagli, ricerca la sintesi formale attraverso astrazioni, tracciati, campi di colore.
 
La selezione proposta da DISEGNO ERGO PROGETTO non è che una delle possibilità offerte dal ricco contenitore che è il deposito del museo,che viene reso visibile attraverso le immagini di Andrea Iemolo e Francesco Radino. Per richiamare la dinamica circolare tra accumulo e selezione, tra conservazione, ricerca e esposizione in cui risiede il significato più autentico del Museo contemporaneo.
Gli architetti in mostra: Alessandro Anselmi, Alberto Campo Baeza, Costantino Dardi, Giancarlo De Carlo, Vittorio De Feo, Pierluigi Eroli, Yona Friedman, Aimaro Isola, Giovanni Michelucci, Dario Passi, Luigi Pellegrin, Marco Petreschi, Franz Prati, Franco Purini, Aldo Rossi, Umberto Riva, Maurizio Sacripanti, Carlo Scarpa, Alvaro Siza, Francesco Venezia, Lauretta Vinciarelli


SCARICA IL COMUNICATO IN PDF
COMMENTI