Patrizia Borrelli. Dialoghi

Patrizia Borrelli, Amore uguale

 

Dal 15 Marzo 2019 al 03 Aprile 2019

Roma

Luogo: Museo Crocetti

Indirizzo: via Cassia 492

Orari: da lunedì a venerdì 11-13 / 15-19; sabato 11-19

Curatori: Francesco Giulio Farachi

Telefono per informazioni: +39 06 33711468

E-Mail info: info@fondazionecrocetti.it

Sito ufficiale: http://www.fondazionecrocetti.it


Comunicato Stampa:
Si apre venerdì 15 marzo alle 18 la personale di Patrizia Borrelli, presso le sale espositive della Fondazione Museo “Venanzo Crocetti” a Roma. La mostra, a cura di Francesco Giulio Farachi, si intitola “Dialoghi” e si incentra su una delle caratteristiche più peculiari della ricerca artistica di Patrizia Borrelli. L’artista, sin dagli inizi della sua produzione, ha sempre concepito il suo operato come strumento di relazione dialettica fra applicazione artistica e analisi della realtà umana, soprattutto riguardo gli aspetti che coinvolgono la coscienza, la consapevolezza della dimensione spirituale e interiore, il mistero della natura fisica, psichica e sentimentale dell’essere umano. 

Anche tecnicamente, Patrizia Borrelli sviluppa i suoi lavori come dialogo fra dualità espressive che stimolano la sua ispirazione: fra pittura e scultura, quindi fra bidimensionalità e tridimensionalità, e poi fra figurazione e astrazione, fra naturalismo e allegoria, fra rappresentazione e intuizione dello spazio, fra essenzialità delle forme e complessità compositiva e cromatica. I materiali che l’artista adopera si prestano a questa reciprocità di rimandi, e alle tecniche pittoriche si affiancano con sorprendente concordanza i modellati in terracotta e in ferro-cotto, aprendo così alla percezione prospettive inusuali e arricchenti.
Le circa trenta opere selezionate per questa esposizione così dialogano fra loro, visivamente e concettualmente sviluppano relazioni, che sono tematiche, ma anche emotive, sensibili, ideali.
Durante l’inaugurazione verrà presentato il catalogo della mostra, con testi di Francesco Giulio Farachi, Danilo Maestosi, Alfio Mongelli.

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF
COMMENTI