ROMA MEDIEVALE. Il volto perduto della città

Ambito arabo siculo, Reliquiario di Sant’Elena, XII sec. Roma, Basilica di S. Maria in Aracoeli, Patrimonio del Fondo Edifici di Culto

 

Dal 21 Ottobre 2022 al 05 Febbraio 2023

Roma

Luogo: Museo di Roma a Palazzo Braschi

Indirizzo: Piazza San Pantaleo 10

Orari: dal martedì alla domenica ore 10.00-19.00 24 e 31 dicembre 10.00 - 14.00 Ultimo ingresso un'ora prima della chiusura Giorni di chiusura: lunedì, 1° gennaio

Curatori: Anna Maria D’Achille e Marina Righetti

Enti promotori:

  • Roma Culture
  • Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali

Costo del biglietto: Intero € 9,50; Ridotto € 7,50 (residenti Intero € 8,50; Ridotto € 6,50)

Telefono per informazioni: +39 060608

Sito ufficiale: http://museodiroma.it


Riscoprire il volto perduto della Roma fra VI e XIV secolo e il suo ruolo cardine nell’Europa cristiana e medievale sia per i semplici pellegrini sia per regnanti e imperatori. Questo l’obiettivo della mostra Roma Medievale. Il volto perduto della città, al Museo di Roma a Palazzo Braschi dal 21 ottobre al 5 febbraio 2023, promossa da Roma Culture, Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali in collaborazione con Sapienza Università di Roma - Dipartimento di Storia Antropologia Religioni Arte Spettacolo. Progetto scientifico di Marina Righetti. A cura di Anna Maria D’Achille e Marina Righetti. Organizzazione Zètema Progetto Cultura. Catalogo De Luca Editori D'Arte.
 
Il percorso espositivo, articolato in 9 sezioni, con oltre 160 opere tra mosaici, affreschi e opere mobili, provenienti prevalentemente da raccolte e collezioni pubbliche romane e da luoghi di culto, oltre che da prestigiose istituzioni museali come i Musei Vaticani, nasce con lo scopo di far conoscere aspetti poco noti del patrimonio dell’Urbe. Parte, infatti, dalla scoperta della città medievale attraverso i suoi luoghi più iconici, quali basiliche e palazzi, ma anche dal contesto ambientale, oggi profondamente modificato, come il corso del Tevere con porti e ponti dove si svolgevano vita e attività urbane. L’immersione nella realtà del Medioevo romano si approfondisce poi esaminando le ricche committenze di papi e cardinali, l’attività di artisti e botteghe, il fascino della città come imprescindibile méta di pellegrinaggio anche per re e imperatori. Ricchi apparati didattici illustreranno in mostra i molteplici volti dell’indiscussa capitale dell’Europa medievale.

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF
COMMENTI