Van Gogh Alive. The Experience

Vincent van Gogh, Bedroom in Arles

 

Dal 25 Ottobre 2016 al 23 Aprile 2017

Roma

Luogo: Palazzo degli Esami

Enti promotori:

  • MiBACT
  • Roma Capitale

Costo del biglietto: intero € 15 + spese d'agenzia, ridotto 6-12, studenti, over 65, disabili € 12 + spese d'agenzia. Bambini sotto i sei anni gratuito (accompagnati da un famigliare); gruppi € 11 + spese d'agenzia, scuole € 7 + spese d'agenzia. Famiglia 2 adulti e 2 bambini / 1 adulto e 3 bambini € 44

Telefono per informazioni: +39 06 892.101

E-Mail info: info@vangoghroma.it

Sito ufficiale: http://www.vangoghroma.it/la-mostra/


Comunicato Stampa:
Dal 25 ottobre 2016 arriva presso lo spazio del Palazzo degli Esami a Roma la grande mostra multimediale Van Gogh Alive – The Experience dedicata al grande pittore olandese che, con il suo stile unico e inconfondibile, ha gettato le basi dell’arte moderna.

Esplorate la vita e le opere di Vincent van Gogh nel periodo che va dal 1880 fino al 1890. Interpretate i pensieri e le emozioni nel suo vagare tra Parigi, Arles, Saint-Rémy e Auvers-sur-Oise, i luoghi dove creò molti dei suoi capolavori senza tempo. Osservate queste opere cogliendone tutti i dettagli, studiandone il colore e la tecnica. Fotografie e video, combinate alle opere di Van Gogh, vi mostreranno le sue fonti di ispirazione.

Sincronizzate con una potente colonna sonora, più di 3.000 immagini di grandi dimensioni creeranno un allestimento elettrizzante che riempirà schermi giganti, pareti, colonne dal soffitto fino al pavimento, immergendovi completamente nei colori vibranti e nei dettagli intensi che caratterizzano lo stile unico di Van Gogh.

La mostra utilizza la tecnologia SENSORY4™, un sistema unico che incorpora oltre 50 proiettori ad alta definizione, una grafica multi canale e un suono surround in grado di creare uno dei più coinvolgenti ambienti multi-screen al mondo. Grandi immagini, nitide e cristalline, così reali da desiderare di toccarle con mano, illuminano schermi e superfici che esaltano l’originalità dello spazio espositivo e si accompagnano a delle musiche di Vivaldi, Ledbury, Tobin, Lalo, Barber, Schubert, Satie, Godard, Bach, Chabrier, Satie, Saint-Saëns, Godard, Handel.

Roma, 23 marzo 2017. «In una Roma abituata al peggio, arriva una notizia positiva. Il Palazzo degli Esami, sottratto alla collettività dal lontano 2001, si trasforma in uno spazio culturale destinato a esposizioni e mostre. Il debutto è previsto…con la mostra Van Gogh Alive - The Experience». L’entusiasmo con cui Paolo Conti, firma del Corsera, annunciava il taglio del nastro del percorso espositivo che raccoglie 3.000 immagini del pittore olandese è stato confermato nel corso dei mesi dal pubblico: “Una rivelazione! Opere e scritti di cui non avevo la benché minima conoscenza.... Emozionante!” (Anna); “Sono stata trasportata in un’altra dimensione, mentre i miei occhi guardavano, la mia mente ed il mio cuore vagavano per i campi di girasoli, nelle campagne francesi, tra i vicoli olandesi per raggiungere infine la consapevolezza di aver veduto l’arte allo stato puro” (Annalisa). E poi ancora: “Un piacevole pomeriggio e un ottimo modo a mio avviso di approcciare l’arte. Immergersi in essa. I miei bimbi si sono divertiti ed è stato un modo per parlare d’arte e di Van Gogh” (Maria).
 
Sono solo alcuni dei messaggi che da ottobre inondano la bacheca della pagina Facebook di Van Gogh Alive – The Experience. E per una volta pubblico e critica viaggiano sulla stessa lunghezza d’onda. Ma la sorpresa maggiore arriva dal tipo di pubblico che continua a scegliere l’esposizione immersiva: una miriade di famiglie e tanti bambini. Di qui la decisione di Ninetynine e GRANDE EXHIBITIONS di posticipare la chiusura della mostra al prossimo 23 aprile.
 
“Questa mostra per noi è stato un vero successo – spiega Simone Mazzarelli, CEO Ninetynine –, ha registrato numeri importanti ed è riuscita ad avvicinare all’arte soggetti che per età ne sono spesso lontani: quasi 300 visite guidate di studenti delle scuole superiori e oltre 450 laboratori didattici per i bambini tra i 3 e i 13 anni sono un ottimo risultato per una mostra che non ha certo come destinatari i più piccoli”.
 
Grande successo nel corso dei mesi anche per gli eventi collaterali ispirati a Van Gogh e ospitati all’interno del percorso espositivo di Palazzo degli Esami: la creazione di abiti realizzata della Scuola di Moda dello IED; il murales frutto del lavoro degli studenti del corso di Arti Visive della Rufa; il visore per la realtà virtuale creato dall’azienda Oniride che ha permesso ai visitatori di muoversi all’interno del quadro La Notte Stellata e, ultima in ordine cronologico, l’open class di disegno gratuita e aperta al pubblico condotta dal maestro Roberto Di Costanzo, docente di Iconografia e Disegno Anatomico all'Accademia Italiana di Arte, Moda, Design di Roma che si terrà il prossimo 31 marzo (per partecipare scrivere a: Roma@ai-it.it).
 
Tutto come da programma, invece, il prossimo week end (sabato 25 e domenica 26 marzo): mentre la città festeggia il sessantesimo anniversario dei Trattati di Roma, la mostra sarà raggiungibile, come sempre, con i mezzi pubblici e aperta fino alle 23.00 sabato e fino alle 21.00 domenica.

In ogni caso rimane ancora un mese a disposizione di romani e turisti per aggiungersi ai quasi131mila visitatori collezionati finora da Van Gogh Alive – The Experience e vivere un’esperienza emozionale nella mostra multimediale più vista al mondo.


SCARICA IL COMUNICATO IN PDF
COMMENTI
 
LA MAPPA
  MOSTRE
Indicazioni stradali da: