Coloratissimi incontri

Coloratissimi incontri, Museo Archeologico Nazionale di Adria

 

Dal 02 Aprile 2017 al 25 Aprile 2017

Adria | Rovigo

Luogo: Museo Archeologico Nazionale di Adria

Indirizzo: via Badini 59

Orari: da lunedì a domenica 8.30-19.30

Curatori: Sandra Bedetti

Enti promotori:

  • MiBACT

Costo del biglietto: intero € 4, ridotto € 2 insegnanti e ragazzi dai 18 ai 25 anni. Gratuito fino ai 18 anni

Telefono per informazioni: +39 0426 21612

E-Mail info: pm-ven.museoadria@beniculturali.it

Sito ufficiale: http://https://www.polomusealeveneto.beniculturali.it


Comunicato Stampa:
In concomitanza con l'ingresso gratuito nei musei durante la prima domenica di ogni mese, il 2 aprile verrà inaugurata nel Museo Archeologico Nazionale di Adria alle ore 16 la mostra "Coloratissimi incontri", dal gruppo "Mosaico's friends" una colorata rielaborazione attica. 

Presso l’antisala F.G. Bocchi del Museo verranno esposti alcuni mosaici elaborati dal gruppo Mosaico’s friends dell’Associazione Pianeta Handicap, affiancati ai frammenti di ceramica attica che hanno ispirato la loro realizzazione. 
L’esposizione, che durerà dal 2 al 25 aprile con possibilità di proroga, è a cura di Sandra Bedetti, che ha seguito come esperta archeologa la realizzazione dei mosaici. Enti promotori: Museo Archeologico Nazionale di Adria (Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo); CPSSAE; Associazione Onlus Pianeta Handicap – Sezione Mosaico’s friends.  Con il sostegno di CPSSAE e il patrocinio del Comune di Adria.

I mosaici di COLORATISSIMI INCONTRI sono stati direttamente ispirati dai reperti di ceramica attica a figure rosse e a figure nere conservati nel Museo di Adria, veri e propri capolavori dell’antichità. Il titolo della mostra è evocativo degli INCONTRI venutisi a creare tra  antichità  e mondo di oggi, tra i toni classici della ceramica e i coloratissimi mosaici realizzati, tra il mondo dell’archeologia e quello dell’associazionismo e della disabilità. Ecco allora, solo per fare un esempio, che il momento dell’incontro (…ancora incontri) tra l’eroe Eracle e la dea Atena raffigurato su di un’anfora a figure nere di 2500 anni fa diventa, nella fantasia del mosaicista, un vivido profilo con elmo e scudo dai colori cangianti. La civetta dai grandi occhi, cara alla dea e simbolo di Atene, dipinta in rosso su di una coppa per il vino, è stata riprodotta a grandi dimensioni e con il piumaggio colorato. E mille colori riempiono ora le cinque vetrine della mostra, accanto ai più sobri capolavori dell’antichità per i quali Adria e il suo Museo sono conosciuti in tutto il mondo.

I mosaici esposti costituiscono una parte di un più ampio progetto, “I Colori dell'antico", finanziato dalla Fondazione CARIPARO nell’ambito del bando Culturalmente 2015, che è già stato apprezzato nel corso della mostra dedicata tenutasi a Palazzo Cordella ad Adria nello scorso autunno. 

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF
COMMENTI