Mimmo Paladino. Nel segno della croce

Mimmo Paladino. Nel segno della croce, Chiesa di San Barnaba, Bondo (TN)

 

Dal 21 Luglio 2013 al 03 Novembre 2013

Bondo | Trento

Luogo: Chiesa di San Barnaba

Indirizzo: via Dante 50

Curatori: Chiara Gatti, Andrea Dall’Asta

Telefono per informazioni: +39 0365 902009/ 348 4011735/ 328 9675035

E-Mail info: info@lucavitaleassociati.it

Sito ufficiale: http://www.zanettiarte.com


Comunicato Stampa: Mimmo Paladino, maestro della Transavanguardia italiana, celebre per la sua pittura dalle forme arcaiche, in bilico tra figura e astrazione, sarà in mostra dal 20 luglio 2013 nell'antica chiesa di San Barnaba a Bondo (Tn), a due passi da Madonna di Campiglio. 
Un capolavoro mistico, sul tema della croce, illuminerà gli spazi seicenteschi della chiesa, suggerendo un dialogo inedito fra stucchi e affreschi barocchi e l'immaginario lirico, dal sapore mediterraneo, dell'artista di Benevento (classe 1948) che, per l'occasione, esporrà un trittico monumentale di quasi quattro metri di base accanto a una installazione site-specific issata nella volta del presbiterio. 
Il progetto, dal titolo “Nel segno della croce, Mimmo Paladino” - reso possibile grazie alla collaborazione ormai consolidata il Comune di Bondo, guidato dal sindaco Giuseppe Bonenti, la parrocchia di San Barnaba in Bondo rappresentata da Don Celestino Riz e lo Studio d’Arte Zanetti - è a cura di Chiara Gatti, Andrea Dall’Asta e Mario Zanetti, con il supporto del centro culturale San Fedele di Milano e il patrocinio della Provincia Autonoma di Trento e della Regione Autonoma Trentino Alto Adige. 
Oltre ai due interventi monumentali di Mimmo Paladino, si potrà ammirare una selezione di grandi silografie incise dal maestro e uscite dalla sua famosa cartella di stampe del 1986, Lacrimosa, anch'esse sui temi evangelici della Crocifissione e del Compianto. 
Il dialogo fra antico e contemporaneo, fra Mimmo Paladino e i maestri del passato a cui il suo sguardo ricorre idealmente, si innescherà, complice un allestimento scenografico, fatto di luci e ombre profonde, nel gioco di rimandi fra le sue opere e un crocifisso in legno intagliato del Quattrocento, di scuola d'oltralpe, oltre alle splendide carte incise da Marc Chagall nella serie de La Bibbia. La mostra sarà così arricchita dall’esposizione collaterale di alcune opere del maestro russo di origine ebraica, esposte nella Sagrestia vecchia della Chiesa di San Barnaba. 

Per tutta la durata della mostra sono previsti eventi, incontri e interventi di storici, critici dell’arte, filosofi, artisti e architetti, fra cui lo stesso Mimmo Paladino e Mario Botta, chiamati a confrontarsi sull'arte sacra, fra tradizione antica e linguaggi contemporanei. 
Tra questi si segnala: 
- Sabato 17 agosto sarà inaugurata l’opera del giovane artista Nicola Villa (Lecco 1976), già autore, al fianco di Paladino, di un ciclo di opere destinate al nuovo Evangeliario ambrosiano. Lo Studio d’Arte Zanetti ha affidato all’artista la realizzazione di un'opera site-specific a decoro di una nicchia a destra dell'altare, allo stato attuale priva di apparati iconografici, che sarà donata dallo Studio Zanetti all’antica chiesa di San Barnaba e alla sua comunità. Nicola Villa, dal 13 al 17 agosto, realizzerà l'intervento direttamente sul luogo nell'ambito di uno workshop di pittura in tempo reale aperto al pubblico, che potrà ammirare dal vivo la creazione del dipinto. 
- Giovedì 12 settembre dalle ore 20.30 si svolgerà l’incontro “Il coraggio di scegliere nel segno della Croce”, con la partecipazione straordinaria di sua eccellenza Monsignor Luigi Bressan, Arcivescovo di Trento e la testimonianza di alcuni giovani religiosi coraggiosi. Coordinerà la serata don Celestino Riz, parroco di Bondo. 

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF
COMMENTI