Back to the PostFuture

© Alex Karantanas | Alex Karantanas, Singularity, 2016/17

 

Dal 19 Gennaio 2018 al 16 Febbraio 2018

Venezia

Luogo: Spazio Ridotto

Indirizzo: Calle del Ridotto 1388, San Marco

Orari: 10-18

Curatori: ADAF - Athens Digital Art Festival, The PhotoPhore

Costo del biglietto: ingresso gratuito

Sito ufficiale: http://www.zueccaprojects.org


Comunicato Stampa:
“Back to the POSTFUTURE” è la nuova mostra organizzata da Zuecca Projects presso Spazio Ridotto, a Venezia, e curata dal festival greco ADAF - Athens Digital Art Festival, e dalla piattaforma di arte contemporanea the PhotoPhore.
 
L’opening si terrà venerdì 19 gennaio alle 18, e la mostra sarà aperta al pubblico fino al 16 febbraio 2018.  
 
“Back to the POSTFUTURE” presenta una selezione delle opere video incluse nella 13^ edizione del Festival Internazionale di Arte Digitale di Atene, ADAF.
 
Nella prima parte della mostra, gli artisti selezionati dalle curatrici del festival ADAF, Elli-Anna Peristeraki e Eirini Olympiou, ‘trascendono’ con le loro opere la barriera della cultura digitale e si interrogano sul tema del #PostFuture.
 
Il superamento della realtà e della cultura digitale sta plasmando un futuro che va sempre più “al di là” del digitale, dove gli spazi e le realtà fisiche si fondono e confondono con i mondi e le interfacce digitali.
Verso la fine degli anni 90, l’informatico statunitense Negroponte affermò che la rivoluzione digitale era ormai giunta a termine. Oggi, circa due decenni dopo, in un mondo in cui la cultura digitale è parte integrante della nostra quotidianità, l’evoluzione prosegue oltre, verso creazioni ed innovazioni che cercano costantemente di superare ogni limite.
 
Nella seconda parte della mostra, troviamo una selezione di opere video presentata ad Atene dalla piattaforma the PhotoPhore, durante la 13^ edizione del festival ADAF. Le opere proiettate indagano il tema della #PostReality, esplorando le infinite possibilità che la realtà offre per superare se stessa: innovazioni tecnologiche, visioni distopiche ed utopiche, universi paralleli, sogni.
 
La realtà esiste solo nel presente. Ogni essere umano vive la propria realtà qui ed ora. L'esistenza stessa però è uno dei principali fattori di modifica della realtà, e la modifica del contesto genera a sua volta nuovi cambiamenti sull'esistenza, in un procedere infinito. La realtà contemporanea è sempre più piena di stimoli e possibilità: le nuove tecnologie, che annullano spazio e tempo, le scoperte scientifiche, i poteri sconfinati dell'immaginazione e le enormi possibilità di azione aprono costantemente nuovi scenari.
 
ADAF:
APOTROPIA (IT) | The Kiss (2016)
Marta Di Francesco (IT) | Isthar (2014)
Alex Karantanas (GR) | Singularity (2016/17) 
Pamela Stefanopoulou (GR) | The Voices of Silence (2015)
XCEED (HK) | RadianceScape (2014-15)
 
The PhotoPhore:
Alessandro Amaducci (IT) | Post Rebis (2016)
Nick Flaherty (US) | Angelus_Novus (2016)
Elisabeth von Samsonow (AT) | Laboratory of the Exo / Endo Corpus (2017)
Alejandro Thornton (AR) | I can see me (2013)

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF
COMMENTI