Dal 25 al 31 gennaio sul piccolo schermo

Da Tintoretto a Monet, da Palladio al fumetto, la settimana dell'arte in tv

Cercando Valentina – Il mondo di Guido Crepax ad Art Night - Rai5

 

Samantha De Martin

25/01/2021

La scultura di Camille Claudel, musa e modella di Rodin, la rivoluzione architettonica di Andrea Palladio, e ancora Monet, con le sue pennellate intrise di acqua e di luce, l’arte del fumetto di Guido Crepax dominato dall’universo onirico di Valentina.
Mentre i musei sperano nel giallo per riaprire le loro sale ai visitatori, la tv, con la sua sfaccettata indole, seduce il pubblico da casa tra documentari e film d’arte che spaziano dall’architettura alla pittura, strizzando l’occhio, nella settimana che celebra il Giorno della Memoria, agli artisti ebrei come Marc Chagall.
Da Sky Arte a Rai5 ecco alcuni appuntamenti sul piccolo schermo, dal 25 al 31 gennaio.


Chagall. A cavallo tra due mondi, un film di Laurence Jourdan. In streaming su Arte Tv 

Su Sky Arte la scultura è donna con Camille Claudel

Come sono nate le due grandi opere realizzate da Bill Viola esposte dal 2014 nella cattedrale di Saint Paul a Londra? Ce lo svela il documentario Bill Viola. L’ultimo genio del Rinascimento, che, lunedì 25 gennaio alle 18.30, apre la settimana dell’arte in tv firmata Sky.
Il martedì è dedicato agli appassionati di fotografia che troveranno in Letizia Battaglia - Shooting the mafia, in programma alle 24 del 26 gennaio, l’appuntamento culminante di una serata all’insegna dello scatto. A precedere la fotoreporter siciliana, alle 21.30, il documentario All Things are Photographable, il primo adattamento filmico dedicato alla fotografia "istantanea" di Garry Winogrand.
Mercoledì 27 gennaio alle 14, la voce di Filippo Timi, nell’ambito di Sette meraviglie Roma, ci porta nel ventre antico della città eterna, dentro le basiliche paleocristiane. Da San Clemente al Laterano - che, sotto la veste del XII secolo cela le vestigia della chiesa primordiale con splendidi affreschi, un magazzino e un mitreo - alla Basilica di Santa Sabina, sull’Aventino, una delle chiese paleocristiane meglio conservate di Roma, scopriremo le antiche architetture sopravvissute ai secoli, inglobate da edifici sacri di epoche successive.

Sempre nel Giorno della memoria, spazio a “1938, diversi – Le leggi razziali del fascismo”, un’analisi condotta da Giorgio Treves, corredata da filmati d'epoca e testimonianze.

La scultura si fa arte con Palladio, in onda, in prima visione, giovedì 28 gennaio alle 21.15. Il ritratto dell’artista che 500 anni fa cambiò per sempre l’architettura emerge attraverso l’eredità racchiusa nelle ville venete e nei celebri edifici del potere americano.
L’appuntamento di Sky con la fotografia ritorna invece venerdì 29 in tarda serata con Magnum Photos – Storie di Hollywood, un confronto tra due mondi apparentemente opposti, sebbene in dialogo per oltre 70 anni.

L’epopea artistica di Claude Monet prende forma, sabato 30 gennaio alle 10.45, nella pellicola Le Ninfee di Monet ‒ Un incantesimo di acqua e luce. Un viaggio a colori tra il Musée Marmottan, il Musée de l’Orangerie e il Musée D’Orsay, a Giverny, nel giardino dell’artista, e tra gli splendidi panorami di Étretat, accompagnati dalla colonna sonora firmata da Remo Anzovino, ci introduce ai luoghi che accolsero il pittore.


 Le Ninfee di Monet. Un incantesimo di acqua e luce. Courtesy Nexo Digital

La settimana dell’arte su Sky volge al termine domenica 31 gennaio alle 9.30 con un omaggio alla scultura al femminile. Scultrici - Camille Claudel e le altre vuole essere un focus sulla storia di una lotta lunga quattro secoli, attraverso la quale le donne chiedono di essere riconosciute come artiste per diritto, e non semplicemente come muse o modelle.
La celebre scultrice e modella di Rodin, Camille Claudel, Properzia de’ Rossi, Nikki de Saint Phalle, Louise Bourgeois sono solo alcune delle protagoniste che hanno saputo cimentarsi nella resa scultorea, pronte a sfidare convenzioni e luoghi comuni per offrire un contributo fondamentale alla storia della creatività presente e passata.

Su Rai5 alla scoperta del fumetto e dei musei capitolini

La settimana di Rai5 nel segno dell’arte ha inizio di buon’ora con la fotografia di Elliott Erwitt. Lunedì 25 alle 8.14 “ll silenzio ha un bel suono sfoglia gli scatti più iconici del fotografo, un incredibile spaccato della nostra società percorso da politici, presidenti, star del cinema, papi, ma anche animali domestici e gente comune.
Con la serie Money Art viaggeremo dall'arte 'degenerata' del Nazismo al recupero delle opere trafugate prima del 1945 grazie ai Monuments Men, per indagare poi l’intrecciato rapporto tra arte e finanza, dalle prime monete della storia dell'uomo alle opere d'arte realizzate su carta moneta.


Elliott Erwitt dal film Elliott Erwitt, il silenzio ha un bel suono | © Adriana Lopez Sanfeliu | Courtesy Rai Cultura

Martedì 26 alle 19.25 Rai5 ci porta tra i pennelli di Tintoretto, nella solitudine e nel tormento e nel furore dell’artista nella Venezia del XVI secolo, tra interviste e immagini straordinarie.
Il nuovo appuntamento con Museo Italia, mercoledì 27 gennaio alle 20.05, svela invece la prima collezione pubblica al mondo: i Musei Capitolini. Con Antonio Paolucci scivoleremo dalla michelangiolesca piazza del Campidoglio verso il Cortile dei Conservatori, e di lì, tra gli infiniti tesori archeologici, al Palazzo Nuovo e alla Pinacoteca che si affaccia sulla terrazza Caffarelli per ammirare la grande bellezza di Roma.


Pieter Paul Rubens, Romolo e Remo, 1612 circa, olio su tela, 213 x 212 cm, Roma, Musei Capitolini

Viaggiando tra i grandi misteri dell’arte - il 28 gennaio alle 19.08 in onda il caso dei falsi di Giacometti - e, a seguire, tra i tesori della Galleria Borghese giungiamo all’imperdibile appuntamento del venerdì con Art Night. Questa settimana il programma di Silvia De Felice, Massimo Favia e Marta Santella, per la regia di Andrea Montemaggiori, in onda alle 21.15 punta all’universo di Guido Crepax. La serata si apre con il documentario in prima assoluta Cercando Valentina – Il mondo di Guido Crepax di Giancarlo Soldi, vincitore del Nastro d'argento 2020 nella categoria Docufiction. Un’incursione a fine anni Sessanta, nel fermento creativo di Parigi, Londra, Milano intercettato dal celebre fumettista, ci svela la rivoluzione del suo fumetto, dove arte, musica, design, cinema e moda si contaminano. Cercando Valentina è un viaggio alla ricerca della fotografa sognatrice divenuta un’icona cara a diverse generazioni.
Il mondo del fumetto prende vita e Philip Rembrandt, che nelle storie di Valentina è l’amante, esce dal disegno per diventare la presenza reale che ci conduce alla ricerca di quanti l’hanno capita, amata, collezionata.
Chi vuole fare le ore piccole in compagnia dell’arte potrà tuffarsi, a seguire, nell’universo di Vittorio Giardino, uno dei maestri del fumetto d’autore contemporaneo, italiano ed europeo, con il documentario di Lorenzo Ciofi Le circostanze. I romanzi disegnati di Vittorio Giardino, produzione Ladoc.


Cercando Valentina – Il mondo di Guido Crepax ad Art Night - Rai5

Su ARTE Tv con Marc Chagall

“La mia arte aveva bisogno di Parigi, come un albero ha bisogno d’acqua”. La pensava così Marc Chagall, pittore ebreo bielorusso attirato dal fervore artistico della Ville Lumiere che raggiunge nel 1910 in fuga dallo Zar.
Fino al 27 gennaio, Giornata della Memoria, sarà disponibile su ARTE Tv Marc Chagall – A cavallo tra due mondi il ritratto di un uomo al quale la storia ha imposto l’esilio, tracciando nella sua immensa opera le molteplici peregrinazioni.

C’è invece tempo fino a stasera, lunedì 25 gennaio, per esplorare le illustrazioni del disegnatore ceco Alfons Mucha, il pioniere della corrente Art Nouveau. Il documentario di Roman Vavra omaggia il precursore dell'industria dell’immagine contemporanea divenuto celebre per la locandina raffigurante l’attrice Gismonda Sarah Bernhardt e che rappresenterà l’Impero Austro-ungarico all’Esposizione Universale.


Alphonse Mucha, Sarah Bernhardt, 1897, Litografia a colori, 40.7 x 58 cm, Gretha Arwas Collection, Londra | © Arwas Archives

Su Amazon Prime video con Van Gogh

Ai primi del Novecento Helene Kröller-Müller arrivò ad acquistare quasi 300 lavori di Van Gogh, tra dipinti e disegni. A svelarci sorprese e curiosità del lascito della più grande collezionista privata del pittore olandese, il film Van Gogh: tra il grano e il cielo, attraverso il prezioso contributo di Marco Goldin.


Vincent van Gogh, Il ponte di Langlois a Arles, 1888, Olio su tela, 64 x 49.5 cm, Colonia, Wallraf-Richartz-Museum & Fondation Corboud (© Rheinisches Bildarchiv Köln)

Leggi anche:
• Tintoretto "il furioso": storia di una rockstar col pennello

COMMENTI
 
LA MAPPA
  NOTIZIE

VEDI ANCHE

Vedi tutte le notizie >